Cronaca

Neonato "dimenticato", attesa per la decisione del Tribunale: in caso di affido saranno sentiti i Comuni di residenza dei genitori

Il tribunale non si rapporterà più con il Comune Arezzo - che pure si è subito mobilitato e ha dato la sua dispobilità e in via informale segue il caso passo dopo passo - perché i genitori del piccolo risiedono in città diverse da Arezzo

Medici e infermieri si alternano nelle cure. Il neonato "dimenticato" nella notte dell'Epifania è ancora affidato alle cure del reparto di Pediatria, come deciso con un provvedimento urgente dal tribunale dei Minori di Firenze. Ma c'è una novità: il tribunale non si rapporterà più con il Comune - che pure si è subito mobilitato e ha dato la sua dispobilità e in via informale segue il caso passo dopo passo - perché i genitori del piccolo risiedono in città diverse da Arezzo. Pertanto le decisioni per la tutela del piccolo dovranno essere comunicati alle amministrazioni da dove provengono mamma e babbo.

I servizi sociali aretini non conoscevano questo nucleo familiare, che fino alla scorsa notte non era stato mai seguito. Il neonato,quando è stato trovato, era ben vestito e in ottime condizioni di salute. Il dottor Marco Martini, dirigente del reparto di Pediatria, ha parlato di uno stato di "benessere" e di "nessun segno i maltrattamento precedente". 

Starà al tribunale dei minori a decidere se potrà tornare in seno alla famiglia o se sarà necessario un percorso altrernativo.

"Noi adesso non possiamo più intervenire - spiega Lucia Tanti, assessore alle politiche sociali - ma abbiamo espresso la nostra disponibilità in caso di necessità". 

Ai genitori il tribunale ha revocato, con un provvedimento urgente e temporaneo la patria potestà del piccolo. Al momento anche un fratellino non sarebbe più sotto la loro tutela. 

Il ritrovamento

Il neonato è arrivato alle 2,20 del 6 gennaio nel reparto di pediatria. Ad accompagnarlo erano gli agenti della squadra Volanti di Arezzo, che erano stati chiamati da due giovanissimi. I ragazzi si sono imbattuti nell'ovetto con il bambino che era nell'androne di un edificio di via Po. 

Subito sono iniziate le ricerche dei genitori. A partire dall'edificio. Solo due ore dopo però i genitori sono corsi al pronto soccorso: erano in stato di agitazione e cercavano il bambino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonato "dimenticato", attesa per la decisione del Tribunale: in caso di affido saranno sentiti i Comuni di residenza dei genitori

ArezzoNotizie è in caricamento