menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
droga peperoncini

droga peperoncini

Nascondono droga tra cipolle e peperoncini per non essere scoperti: due giovani arrestati

Trasportavano mezzo chilo di marijuana avvolti in due sacchetti di cellophane ma, dovendo raggiungere Milano, avevano paura di finire nel reticolo dei controlli predisposti dalla Polizia Stradale sulle principali vie della Toscana. Per questo...

Trasportavano mezzo chilo di marijuana avvolti in due sacchetti di cellophane ma, dovendo raggiungere Milano, avevano paura di finire nel reticolo dei controlli predisposti dalla Polizia Stradale sulle principali vie della Toscana.

Per questo due spacciatori, di 27 e 30 anni, residenti in Calabria ma che vivono e lavorano a Milano, hanno pensato di caricare sulla loro Citroen C3, oltre ai bagagli da viaggio, anche alcune borse piene di cipolle e peperoncini. Erano certi, grazie ai forti odori sprigionati dagli ortaggi, di non finire in prigione, ma hanno fatto male i conti.

Lo scorso venerdì, giunti in prossimità di Arezzo, i malfattori sono stati fermati sull'A/1 da un equipaggio della Polizia Stradale di Battifolle. I due hanno detto agli agenti che stavano portando un po' di provviste alla loro casa milanese. Ma la miscela di aromi emanata dagli ortaggi non è servita a sviare il fiuto dei poliziotti, che hanno trovato la droga mista a peperoncini e cipolle dentro un sacchetto e nel bagagliaio.

Roba che, piazzata sul mercato, avrebbe fruttato almeno 5.000 euro ai due spacciatori, che sono stati arrestati. L'odore sprigionato da cipolle e peperoncini non li ha salvati dalla prigione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La ricetta dei waffles

  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

  • Calcio

    Arezzo-Matelica. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento