Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

C'era una volta il tranquillo mestiere di "vigile urbano": 9 arresti in un anno tra testate, calci e pugni

Oltre al traffico c'è di più. Nove arresti in un anno dopo resistenze di vario genere: testate, calci, pugni. La polizia municipale di Arezzo ha cambiato pelle e il controllo del territorio, la caccia ai pusher nelle zone tradizionali dello...

vigili-urbani-2

Oltre al traffico c'è di più. Nove arresti in un anno dopo resistenze di vario genere: testate, calci, pugni. La polizia municipale di Arezzo ha cambiato pelle e il controllo del territorio, la caccia ai pusher nelle zone tradizionali dello spaccio cittadino e l'argine ai molestatori rappresentano oggi una realtà quotidiana per il corpo guidato dal comandante Cino Augusto Cecchini.

E proprio in vista delle nuove esigenze di buona parte degli agenti (il comando aretino conta in tutto ottanta unità) che dal prossimo anno scatterà un corso di tecniche operative e autodifesa. Ma chi saranno i "docenti" del corso? Quattro degli stessi poliziotti aretini: Enzo Bertocci, Silvia Scartoni, Davide Frondaroli e Giacomo Bracchini. Il corso si svolgerà nella palestra sede della Asd Accademia Karate Arezzo.

I quattro agenti hanno esperienza teorica (sono tutti esperti di arti marziali) ma anche maturata sul campo. "Dei nove arresti eseguiti dall'inizio dell'anno - spiega il comandante Cecchini - tutti sono stati eseguiti dopo un corpo a corpo. Purtroppo non sono molti i delinquenti che hanno piacere ad essere ammanettati".

Nove casi di resistenza a pubblico ufficiale soltanto per quanto riguarda la polizia municipale di Arezzo. Con episodi spesso cruenti, che hanno visto gli agenti vittime di lesioni. Mai gravi, fortunatamente. Ma in tutti i casi di arresto, almeno uno degli operatori è stato costretto a recarsi al pronto soccorso.

Tra i casi più eclatanti se ne ricordano un paio: quello del maggio scorso, con il delirio di un uomo ubriaco all'interno di un bar in via Petrarca, perché il barista si era rifiutato di servirgli da bere (nella circostanza un agente subì un violento colpo di testa al volto) e poi quello di marzo, con un ragazzo di 22 anni arrestato dopo aver dato in escandescenze in via Trasimeno.

@MattiaCialini

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'era una volta il tranquillo mestiere di "vigile urbano": 9 arresti in un anno tra testate, calci e pugni

ArezzoNotizie è in caricamento