Alcol, insulti e bisogni in strada. I residenti di piazza della Badia: "Un altro sabato esasperante"

Lunedì si ritrova il comitato dei residenti. Circolano video con insulti ai cittadini che chiedono silenzio e che testimoniano la situazione della zona in ore tarde. Una residente: "Impossibile dormire tra le 1 e le 4"

Un'altra notte di urla, vomito in strada, insulti ai residenti e pipì contro i portoni. "Impossibile dormire tra le 1 e le 4 della notte", racconta Francesca, una dei residenti di piazza della Badia ad Arezzo. "I controlli e le sanzioni della Polizia municipale vanno bene, ma il problema non è risolto. E siamo esasperati. Anche questo sabato sera è stato devastante". Ci sono filmati che testimoniano i bisogni espletati in strada, davanti agli ingressi delle abitazioni. Giovani, giovanissimi e meno giovani, alterati dall'alcol.

Duri anche gli scambi con i residenti dalle finestre: raffica di insulti a chi prova a chiedere silenzio nelle ore della notte più fonda o rispetto del decoro. Lunedì si ritroverà il neo nato Comitato dei residenti (che ha presentato un esposto nei giorni scorsi) per chiedere a gran voce ulteriori misure per contrastare i fenomeni di degrado che nel corso dell'estate hanno flagellato quest'area del centro storico, in special modo il venerdì e il sabato sera.

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento