Assembramenti, mascherine e ubriachezza: controlli e denunce in centro storico

Nel fine settimana sono scattati i controlli nella zona dove si ritrovano giovani e gruppi di amici

I ritrovi serali di amici, giovani e meno giovani, resistono in centro storico nonostante le limitazioni. Nelle principali zone della cosiddetta 'movida' si sono concentrati i controlli dei Carabinieri di Arezzo insieme al personale della Polizia Municipale nel corso del fine settimana appena trascorso.

Da piazza della Badia a San Francesco, da Sant'Agostino a via Cavour, dalla vicina via Garibaldi a Guido Monaco e tutte le strade collaterali. Questa la zona urbana dove si sono concentrati i controlli anche in seguito a varie segnalazioni di parte dei cittadini residenti che hanno riferito di particolari episodi di degrado urbano e di comportamenti potenzialmente pericolosi relativi alla violazione della normativa volta a prevenire il rischio infezione da Covid-19.

Sono state presidiate le zone sensibili dalle prime ore della sera fino a notte inoltrata, in modo tale da prevenire e reprimere le eventuali condotte illecite. Inoltre sono stati eseguiti controlli sui conducenti delle auto lungo le strade di uscita dal centro storico, finalizzati ad individuare e sanzionare le persone che si mettono alla guida sotto l’alterazione di sostanze alcoliche o stupefacenti.

In occasione del servizio sono stati controllati 3 esercizi pubblici e circa 30 persone. Due persone sono state denunciate per aver tentato di rubare alcuni prodotti cosmetici in un negozio del centro, una persona denunciata per guida in stato di ebrezza alcolica, una denunciata perché si trovava ad Arezzo nonostante era destinatario di un divieto di ritorno con foglio di via obbligatorio, una sanzionata per ubriachezza manifesta in luogo pubblico e altre 5 sono state sanzionate per il mancato utilizzo della mascherina. Si tratta di persone tra i 20 e i 30 anni circa.

"L’attività svolta è solo l’inizio di una serie di specifici servizi che verranno svolti in città - fa sapere l’Arma dei Carabinieri - finalizzati a tutelare in cittadini e, contemporaneamente, consentire lo svolgimento della vita sociale, soprattutto dei giovani, in un contesto di sicurezza e legalità."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento