menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio al prof Zampi, celebre anatomo-patologo. Era nato a Bucine 92 anni fa

Domani, mercoledì 22 luglio, sarà possibile rendere omaggio al professor Zampi nell'Aula magna del Rettorato dell'Università di Firenze. I funerali si svolgeranno successivamente nella basilica fiorentina della Santissima Annunziata

Il medico Giancarlo Zampi, professore emerito di Anatomia patologica e già prorettore vicario dell'università di Firenze, è morto all'età di 92 anni a Firenze. L'annuncio della scomparsa è stato dato dall'ateneo fiorentino. Domani, mercoledì 22 luglio, sarà possibile rendere omaggio al professor Zampi nell'Aula magna del Rettorato in piazza San Marco dalle 10 alle 15.30. I funerali - spiega l'Adnkronos - si svolgeranno successivamente nella basilica fiorentina della Santissima Annunziata. Nato a Bucine nel 1928, allievo di Antonio Costa, Zampi ha iniziato la carriera accademica a Firenze negli anni '50, diventando professore ordinario nel 1971 ed esercitando l'insegnamento fino al 2004. Noto anatomo-patologo, ha particolarmente approfondito il campo della patologia tiroidea. Ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali: direttore dell'Istituto di Anatomia e Istologia patologica (poi diventato Dipartimento di Patologia umana e Oncologia), Zampi è stato prorettore vicario dell'università di Firenze dal 1979 al 2000 durante il rettorato di Franco Scaramuzzi e quello di Paolo Blasi. Zampi è stato presidente della Società italiana di anatomia patologica e citologia diagnostica della International Academy of Pathology (Siapec-Iap) e socio corrispondente dell'Accademia dei Georgofili; è stato consigliere dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze dal 2003 al 2011.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Documenti

E' ufficiale: la Toscana resta in zona gialla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

  • Psicodialogando

    L’uomo è davvero più interessato al sesso della donna?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento