rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Il cordoglio / Poppi / Via del Nespolo

Tragedia in moto, il sindaco Toni: "In tanti conoscevano D'Angelo, la sua scomparsa è un grande dolore"

Oggi sulla salma del 50enne, che è stata portata presso l'ospedale di Bibbiena, verrà eseguito un accertamento esterno. Poi sarà dato il nulla osta per celebrare i funerali

Una curva da affrontare e una caduta fatale. E' morto così Rosario D'Angelo, carpentiere 50enne di Ponte a Poppi. Da pochi giorni aveva acquistato la sua nuova moto, una Ducati Monster nera, e proprio in sella al bolide stava percorrendo via del Nespolo, nei pressi di Porrena, quando è finito a terra. Secondo una prima ricostruzione il casco si sarebbe sfilato e le lesioni riportate nell'impatto sarebbero state gravissime. 

Sul posto sono accorsi i sanitari dell'emergenza urgenza, che avevano anche mobilitato il Pegaso. Ma l'elisoccorso non si è mai alzato in volo: per il 50enne non c'era più nulla da fare, è morto nell'impatto. 
La tragedia è avvenuta nella tarda mattinata di ieri. Erano le 12,35 circa quando D'Angelo si stava recando in un cantiere della zona, dove stava lavorando. Ma nessuno lo ha visto arrivare. 

Intanto l'intera vallata si stringe alla famiglia. Anche il sindaco di Poppi, Carlo Toni, ricorda il 50enne: “Lo conoscevo e come me lo conoscevano in tanti a Poppi. Questa tragedia è un grande dispiacere, esprimo le mie condoglianze alla famglia. D'Angelo era un lavoratore e un padre di famiglia. La sua scomparsa è un dolore per l'intera comunità”.

Oggi sulla salma del 50enne, che è stata portata presso l'ospedale di Bibbiena, verrà eseguito un accertamento esterno. Poi sarà dato il nulla osta per celebrare i funerali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in moto, il sindaco Toni: "In tanti conoscevano D'Angelo, la sua scomparsa è un grande dolore"

ArezzoNotizie è in caricamento