Cronaca

"Sepsi fulminante da pneumococco", così è morto Marco Magni

I risultati delle analisi del sangue sono arrivati questa mattina e hanno fatto luce sulle cause del decesso. Già ieri la possibile causa era stata individuata in una sepsi batterica, ma mancavano le conferme scientifiche. 

E' morto per una sepsi fulminante da pneumococco. E’ questa la causa del decesso del 49enne di Pratovecchio, Marco Magni,  morto al Pronto Soccorso di Bibbiena ieri mattina alle 7,30 di circa. 

"Attraverso gli accertamenti fatti - spiega la Asl in una nota -, i sanitari hanno avuto la conferma del sospetto subito emerso: un’infezione batterica fulminante.

L’Azienda comunica che non sono previsti interventi di profilassi tra le persone che sono state vicino al 49enne, a differenza di quanto avviene nei casi di meningococco. La Asl Toscana sud est si stringe alla famiglia con profondo cordoglio".

I risultati delle analisi del sangue sui prelievi effettuati ieri, sono arrivati questa mattina e hanno fatto luce sulle cause del decesso. Già ieri i meidici avevano parlato di una sepsi batterica, ma mancavano le conferme scientifiche. Adesso i medici stanno valutando se svolgere - come previsto inizialmente - un ulteriore riscontro diagnostico. 

Il calvario di Magni, imprenditore e appassionato di calcio  (seguiva da sempre la Asd Pratovecchio) e ciclismo, è iniziato poche ore prima, come una semplice influenza:  febbre e diarrea. Visitato dal medico di continuità assistenziale, gli erano stati somministrati antipiretici, ma non facevano effetto. E' stata la moglie a rendersi conto della gravità della situazione e a chiamare il 118 nella notte tra sabato e domenica. I sanitari hanno deciso di trasferirlo al pronto soccorso dell'ospedale di Bibbiena.

"Erano le 3.05. Qui sono stati effettuati tutti gli esami del caso. L’uomo è sempre rimasto lucido e vigile ma intorno alle 6,50 il quadro si è aggravato improvvisamente con difficoltà respiratorie. Il 49enne, subito intubato, è stato preso in carico dal medico del Pronto Soccorso e dal rianimatore ma l’arresto cardiaco non gli ha lasciato speranza. Dopo oltre mezzora di manovre avanzate di rianimazione, il 49enne è deceduto.

Magni era molto conosciuto e stimato a nella sua Pratovecchio. Adesso la sua famiglia e il suo paese si preparano all'ultimo saluto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sepsi fulminante da pneumococco", così è morto Marco Magni

ArezzoNotizie è in caricamento