rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca

Addio a Mauro Benvenuto, il grande attaccante amaranto è deceduto a 79 anni

E' stato uno degli attaccanti amaranto più belli da vedere giocare. Era nato a Genova ma era ormai aretino di adozione

E' morto all'età di 79 anni una delle bandiere amaranto. L'Arezzo piange la scomparsa di Giovan Battista Benvenuto, conosciuto da tutti come Mauro. 

E' stato uno degli attaccanti amaranto più belli da vedere giocare. Era nato a Genova ma era ormai aretino di adozione. Con la maglia del Cavallino ha giocato per quattro stagioni, una in B e tre in C: dal 1966 al 1968 e poi dal 1970 al 1972, collezionando complessivamente 110 presenze e 31 gol. 

L'esordio con l'Arezzo avvenne a Marassi proprio contro il suo amato Genoa, l'11 settembre 1966, e si chiuse con una sconfitta per 1-0. Era la prima volta dell'Arezzo in serie B. Prima punta di grande fisicità, forte di testa ma bravo anche con i piedi, nel 1971 Benvenuto vinse il titolo di capocannoniere del campionato con 14 reti messe a segno e portò a casa il premio Chevron Sportsman.

In carriera Benvenuto ha giocato anche con Treviso, Frosinone, Catanzaro, Genoa e Clodia Sottomarina, dove decise di appendere le scarpe al chiodo nel 1974. 125 le sue apparizioni totali in serie B.

Da lì in avanti si dedicò alla carriera di allenatore, guidando Campobasso, Montevarchi, Ospitaletto e Latina. Nel 1989-90 subentrò sulla panchina amaranto al posto di Alfredo Magni e fu grazie a lui che l'Arezzo risalì la china in classifica, in virtù soprattutto del rilancio di Dell'Anno e Tovalieri, reduci entrambi da periodi complicati, che in Benvenuto trovarono l'uomo della svolta. Confermato per la stagione seguente, con l'Arezzo dirottato nel girone sud della C1, fu esonerato in autunno e sostituito da Domenico Neri, che aveva tenuto a battesimo da calciatore.

Stabilitosi in Valdichiana, aveva stretto un legame fortissimo con la città e la sua gente. Benvenuto è morto stanotte all'ospedale di Grosseto, dove era ricoverato dall'estate. Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte della redazione di Arezzo Notizie.

Il messaggio di cordoglio della S.S. Arezzo

La Società Sportiva Arezzo partecipa al dolore della famiglia Benvenuto, per la scomparsa all’età di 79 anni di Gioovan Battista. Originario di Genova, Giovan Battista Benvenuto è stato uno di quegli attaccanti in grado di legare in maniera indissolubile il suo nome alla maglia numero 9 dell’Arezzo. Arrivato in amaranto nel 1966 conobbe la retrocessione dalla serie B, ma per Benvenuto a livello personale arrivarono 15 gol in 57 presenze, spalmate in due stagioni. Dopo una parentesi a Catanzaro e Genoa, nel 1970 il ritorno ad Arezzo dove in due stagioni oltre a portare gli amaranto al settimo posto conquistò anche il Premio Chevron, riconoscimento che veniva assegnato, con due classifiche separate, al calciatore di Serie A e Serie B con la miglior media gol. Un titolo che al termine della stagione 1970-1971 vide Benvenuto ricevere il premio per la serie B assieme a Roberto Boninsegna per la serie A. Ma il nome di Benvenuto è legato anche alla prima squadra amaranto nella veste di allenatore tra il 1990 e il 1991.

Alla famiglia Benvenuto le più sentite condoglianze da parte di tutta la Società Sportiva Arezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Mauro Benvenuto, il grande attaccante amaranto è deceduto a 79 anni

ArezzoNotizie è in caricamento