Addio a Ferdinando Turchetti, appassionato sindacalista e fondatore della Cisl Arezzo

Classe 1926, per molti anni, ha amministrato il patrimonio delle Poste dei Telegrafi della provincia di Arezzo, nel ruolo di dirigente superiore

Ferdinando Turchetti durante un evento della Cisl Arezzo

Lutto per la Cisl Arezzo che piange la scomparsa di Ferdinando Turchetti. Il 95enne, oltre ad essere un appassionato sindacalista, è stato anche tra coloro che hanno posto le basi per la creazione della sezione aretina della confederazione.

“Un amico prima e poi un sindacalista che ha segnato con la sua azione sindacale davvero un’epoca - sottolineano dalla segreteria provinciale del sindacato - Lascia un vuoto enorme nella nostra famiglia. E’ stato un maestro che ha saputo con saggezza, fermezza, onestà e attaccamento trasmettere i valori di questo nostro sindacato”. 

Turchetti fin da giovanissimo ha svolto un’intensa attività sindacale facendo parte di quel nucleo di sindacalisti cattolici che già nella clandestinità operava per la costituzione di un'associazione unitaria. Nel secondo dopoguerra, in qualità di dirigerne del settore dei postelegrafonici, è stato uno dei promotori della scissione sindacale che diede vita al libero sindacato e, successivamente, alla Cisl. Classe 1926, per molti anni, ha amministrato il patrimonio delle Poste dei Telegrafi della provincia di Arezzo, nel ruolo di dirigente superiore. Pur svolgendo una intensa azione di rappresenza non ha mai optato per l’attività sindacale a tempo pieno anche se ha ricoperto incarichi a livello provinciale, regionale e nazionale fino a ottenere il ruolo di degretario generale aggiunto di Arezzo e poi dirigente regionale nel settore dei pensionati.

"Ha sempre mantenuto un punto di vista equilibrato, sereno e partecipato, di un cattolico che ha vissuto in prima persona i drammi, le speranze e la rinascita di una generazione che ha combattuto per l’affermazione dei propri diritti" concludono dalla Cisl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento