menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio a Elio Amato, l'ex magistrato si è spento al San Donato. Era risultato positivo al Covid

Giustizia aretina in lutto per la scomparsa in seguito alle complicazioni del coronavirus dell'ex pm Elio Amato che ha lavorato ad Arezzo fino al 2014, per 37 anni consecutivi

L'ex magistrato Elio Amato è deceduto poche ore fa all'ospedale San Donato. Si trovava da alcuni giorni ricoverato nel reparto di malattie infettive dove i sanitari stavano cercando di contrastare gli effetti del Covid-19 in un fisico già indebolito.

Amato aveva 81 anni. Ad Arezzo aveva a lungo ricoperto la carica di sostituto procuratore occupandosi di numerose e importanti indagini fino a quando andò in pensione nel 2014 all'età di 75 anni.

Origini siciliane per Amato, poi una lunga carriera da Milano a Nuoro fino a quando arrivò ad Arezzo nel 1976 rimanendo al servizio della giustizia ininterrottamente fino alla pensione, maturando così 42 anni di lavoro di cui 37 in terra aretina.

E' stato un grande protagonista della vita giudiziaria della città, una figura carismatica sempre alla ricerca della verità. Tra i casi da citare, l'incendio alla discoteca Principe dove Amato si trovò di fronte per caso, fu testimone di quanto accadde e poi inquirente. 

Poi l'omicidio del farmacista di Ortignano Raggiolo ucciso con un colpo di balestra dall'ex maresciallo dei carabinieri che fu condannato all'ergastolo. Poi gli scontri tra bande all'Orciolaia e all'Olmo, gli assalti ai portavalori da parte di un gruppo di malviventi sardi. 

L'ex magistrato era stato ricoverato a inizio ottobre per una frattura alle costole. Alcune complicazioni nei giorni successivi ne hanno richiesto una delicata operazione chirurgica, poi il passaggio in rianimazione e il ritorno in reparto. Proprio qui, per la prima volta si erano manifestati i sintomi del Covid che non era presente al momento dell'ingresso in ospedale. 

Le sue cure sono proseguite nel reparto di malattie infettive, ma alla fine il fisico debilitato non ha retto. Lascia le figlie Barbara e Bianca. 

Alla famiglia le condoglianze della redazione di Arezzo Notizie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

  • Cucina

    I quaresimali: un peccato di gola concesso anche alle monache

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento