menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto dopo l'operazione alla schiena, la clinica: "Attoniti, avviata indagine interna. Collaboriamo con gli inquirenti"

L'inchiesta della Procura va avanti. Nei prossimi giorni l'autopsia

A pochi giorni dalla tragedia della morte di Arcangelo Costanzi, il 65enne che non si è risvegliato in seguito ad una operazione alla schiena, la clinica San Giuseppe Hospital, dove era stato eseguito l'intervento ha annunciato l'avvio di una verifica interna.

"San Giuseppe Hospital desidera esprimere il proprio cordoglio alla famiglia di Arcangelo Costanzi - si legge nella nota della struttura -. Al verificarsi delle complicazioni post-operatorie, la struttura ha immediatamente avviato una verifica interna dalla quale non è emersa alcuna difformità: le indagini diagnostiche pre ricovero e tutti i parametri pre e intra operatori sono infatti risultati aderenti ai protocolli e agli standard richiesti".

La clinica ha spiegato di voler fare chiarezza sull'avvenuto e di dare piena collaborazione con gli inquirenti per ricostruire la drammatica vicenda.

"Questo triste epilogo ha lasciato attonito tutto lo staff e la struttura si è resa immediatamente disponibile con le autorità competenti per collaborare all’indagine in corso.

La cartella clinica del paziente e ogni ulteriore elemento richiesto sono nelle mani delle autorità, che stanno provvedendo in queste ore a tutti i necessari rilievi. San Giuseppe Hospital resta quindi in attesa di riceverne gli esiti e continuerà a collaborare alla ricostruzione di quanto accaduto".

La tragedia

Costanzi era stato operato lo scorso 27 gennaio. Purtroppo non si era risvegliato dall’anestesia ed era stato successivamente trasferito presso la terapia intensiva del nosocomio cittadino dove è deceduto. Come da prassi la Asl Toscana sud est ha dato comunicazione dell'accaduto alla procura che contestualmente ha aperto un fasciolo sulla vicenda seguita dal sostituto procuratore Angela Masiello. Anche i familiari del 65enne hanno dato mandato all'avocato Francesco Molino di ricostruire i dettagli della vicenda. La procura ha disposto l'autopsia che dovrebbe essere svolta già nei prossimi giorni dall'equipe di medicina legale dell'Università di Siena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento