Cronaca Olmo-San Zeno

E' morto Donato Palarchi, l'Europa come missione. Il funerale a Olmo

Aveva 93 anni, la salma è esposta all'ospedale San Donato di Arezzo. Domani, martedì 26 novembre, l'addio nella chiesa parrocchiale di Olmo. E' stato amico e collaboratore di grandi leader nazionali ed europei, fondatore del circolo "Verso l'Europa" e fortemente impegnato nel sociale

Donato Palarchi (Foto di gruppo Pd Regione Toscana)

E' morto Donato Palarchi, aveva 93 anni.  Cavaliere della Repubblica e Commendatore, amico e collaboratore di politici che hanno fatto la storia dell'Europa, è stato un precursore: si è impegnato per una visione europea della politica da tempo, il suo circolo "Verso l'Europa" è stato fondato nel 1971. Il funerale è in programma domani, martedì 26 novembre.

Chi era Donato Palarchi

E' stato impiegato nell'ufficio delle imposte di consumo di Arezzo, all'interno del quale ha ricoperto l'incarico di direttore. Nel corso della sua vita è stato amico di Francesco Cossiga, Aldo Moro, Amintore Fanfani, Giulio Andreotti,  Helmut Kohl. Ha gestito la segretaria di Brunetto Bucciarelli Ducci. Nel 1971, nella frazione di Olmo dove risiedeva, ha fondato il "Circolo Verso l'Europa", impronta cristiana e visione europea. Un circolo particolarmente attivo: numerose le iniziative promosse sul territorio dall'ampio respiro (incontri con leader come Romano Prodi e Mario Monti) e le visite al Parlamento Europeo. Attvo nel sociale, si era speso per iniziative di solidarietà nel Terzo Mondo. Pochi giorni fa, il 16 novembre, aveva ricevuto il premio "Olmigiano nel Mondo" dalla Giostra dei Rioni di Olmo.

Il funerale di Donato Palarchi, quando e dove

La salma di Donato Palarchi è esposta nella camera ardente dell'ospedale San Donato di Arezzo. Il funerale sarà invece celebrato domani, martedì 26 novembre, alle ore 11, nella chiesa parrocchiale di Olmo.

Il ricordo di Lucia De Robertis

"Commossa e riconoscente, per quanto ha dato, particolarmente a noi giovani cattolici democratici, in termini di impegno politico come servizio e lungimirante visione dell’Europa casa comune dei diritti e delle opportunità - così la vicepresidente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis, ricorda, a caldo, Donato Palarchi -. Fra i tanti, bellissimi ricordi che conservo di Donato – aggiunge la Vicepresidente –desidero richiamare quello del luglio 2018, allorquando, in un bel pranzo coi tanti amici che aveva educato attraverso il suo Circolo Verso l’Europa, gli consegnammo la targa del Consiglio regionale che rendeva omaggio al suo cinquantennale impegno culturale, politico e sociale per l’Europa. Proprio sulla storia del Circolo e sull’intensa attività di Donato – conclude De Robertis – il Consiglio regionale sta ultimando la pubblicazione di un volume della collana delle Edizioni dell’Assemblea. Volume che, sono convinta, Donato da lassù apprezzerà, come atto di affetto e gratitudine di quanti, con lui, hanno scoperto il sogno dell’Europa unita, in pace e solidale”.

Il cordoglio del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli

Ho appreso con dispiacere la notizia della scomparsa di Donato Palarchi, fondatore e colonna portante del Circolo verso l’Europa. La sua attività a favore dell’integrazione europea, cui si è sempre adoperato con profonda convinzione, muoveva da un’idea dinamica e da un impegno forte a favore delle giovani generazioni, le future custodi dei valori fondanti dell’Unione: pace, benessere e giustizia sociale.

Il sogno di Donato Palarchi è sempre stato di portare ad Arezzo un meeting con i sindaci delle capitali europee. È mia intenzione lavorare affinché questo sogno possa diventare realtà e la partecipazione di Arezzo in Eurocities, organizzazione che comprende 140 città di più di 30 stati europei, va in questa direzione.

La figura di Donato Palarchi rappresenta per Arezzo il riferimento a quell’Europa come strumento di solidarietà fra gli Stati che era l’idea e la visione dei padri fondatori. È con profonda commozione che esprimo dunque, a nome di tutta l’amministrazione comunale e della città intera, le più sentite condoglianze ai familiari per la sua scomparsa.

Il ricordo di Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale

"La scomparsa di Donato Palarchi è un grande dolore per tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato nel suo lungo percorso di vita dedicato alle istituzioni e al suo grande sogno dell'Europa dei popoli. Ho un ricordo forte del suo costante impegno per la causa nella quale credeva, delle iniziative a cui si dedicava con dedizione e con passione. Di lui – conclude Ceccarelli - ricordo la lucidità delle analisi sulle trasformazioni politiche e sociali, oltre alla naturale simpatia che rendeva gradevole ogni occasione di incontro."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Donato Palarchi, l'Europa come missione. Il funerale a Olmo

ArezzoNotizie è in caricamento