Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Morto sull'aliante, aperta un'inchiesta. "Non c'era l'altezza per aprire il paracadute"

La ricostruzione dell'accaduto, i carabinieri al campo di volo: tutto in ordine

E' stata aperta un'inchiesta da parte del magistrato della procura di Arezzo Angela Masiello sulla morte del 73enne Enzo Acanti, pensionato appassionato di volo, precipitato oggi in un campo di grano adiacente all'aviosuperficie tra Castroncello e Montecchio, nel comune di Castiglion Fiorentino. Subito dopo il dramma, il titolare Antonello Budini Gattai ha allertato i soccorritori, tuttavia il 73enne era deceduto sul colpo. Sul posto anche i vigili del fuoco di Arezzo e i carabinieri di Castiglion Fiorentino (compagnia di Cortona) che hanno raccolto elementi utili all'inchiesta.

Perizie e sopralluoghi

Saranno tuttavia necessari approfondimenti - un sopralluogo di Enac, l'Ente nazionale per l'aviazione civile, e una perizia della procura - per accertare eventuali responsabilità. Le forze dell'ordine, nel frattempo, hanno rilevato la regolarità delle attività sull'aviosuperficie Podere Sant'Apollonia, dove la tragedia si è verificata. Licenze in ordine, protocolli rispettati. L'aliante, di proprietà di Enzo Acanti, è precipitato in fase di decollo, "a un'altezza non sufficiente per attivare il paracadute", fanno sapere gli inquirenti.

La ricostruzione

Il dramma - come raccontato - si è consumato poco dopo le 14, nelle fasi del decollo. Acanti si trovava nell'aliante e cercava di prendere quota, agganciato al verricello manovrato da Antonello Budini Gattai, titolare della struttura di Castroncello, Podere Sant'Apollonia. Ma sulla lunga pista erbosa, qualcosa è andato storto. Enzo Acanti ha virato e le correnti hanno causato uno stallo ad un'altezza di qualche decina di metri. Poi la caduta, tremenda, in un campo adiacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto sull'aliante, aperta un'inchiesta. "Non c'era l'altezza per aprire il paracadute"

ArezzoNotizie è in caricamento