Il dolore di Procura, avvocati e Giostra per la morte di Antonio Bonacci. Il malore nello studio

Aveva appena preso l'incarico per difendere l'operaio infedele della ditta orafa

Antonio Bonacci

Il telefono squillava, ma nessuno rispondeva, forse qualche giornalista aveva già inziato a cercarlo per quella che sembrava la notizia più importante del giorno, della settimana, come gli arresti dei Moretti, anche se in realtà era appena tornato dal processo per direttissima all'operaio orafo infedele che aveva iniziato a difendere. Le assistenti del suo studio, hanno trovato Antonio Bonacci a terra, praticamente esamine, alle 15,20 di questo pomeriggio. Immediata la chiamata al 118. Gli operatori hanno guidato i presenti nel massaggio cardiaco, mentre sono arrivate l'ambulanza e l'automedica, ma il cuore non ha dato segni di rirpesa, né con il defibrillatore prima, né con il massaggiatore automatico poi. Il tutto per tutto è stato tentato intubandolo e preparando il Pegaso per un trasporto d'urgenza. Il volo non è mai partito, perché Antonio Bonacci non si è mai ripreso ed è stato dichiarato morto un'ora e mezzo dopo. 

Così la morte improvvisa a 60 anni, di uno dei più grandi penalisti del territorio aretino ha preso il sopravvento ed ha sconvolto la città. A partire dall'ordine degli avvocati che si trovavano in riunione per il consiglio nella sede che hanno nel palazzo di giustizia.

"Eravamo al consiglio quando ci hanno avvertito - racconta sconvolto il presidente dell'Ordine degli avvocati di Arezzo Piero Melani Graverini - ci siamo stretti l'uno con l'altro per darci forza e solidarietà, sono scesi da noi anche tutti i magistrati presenti, a dimostrazione dell'unità di questa che considero una comunità, quella degli operatori del diritto. Per me è venuto meno un amico, un collega di lavoro davvero molto stimato."

E tra coloro che si sono precipitati nella sala dell'ordine degli avvocati, anche il Procuratore capo di Arezzo Roberto Rossi:

"Fuori da ogni retorica questa è una perdita enorme, che ci ha colpiti tutti. Antonio Bonacci era una persona di grandissimo valore umano e professionale, di una correttezza esemplare che gli aveva fatto guadagnare la stima e l'amicizia di tutta la procura, del tribunale. Penso di poter esprimere a nome di tutti la vicinanza alla famiglia e ai colleghi dell'ordine, per la perdita di quello che per me è stato un grande amico."

Grande sgomento anche tra altri professionisti con i quali Bonacci aveva rapporti ormai di lungo corso come il presidente dell'Ordine dei Commercialisti Gioovanni Grazzini: "Esprimo alla famiglia Bonacci il mio personale ricordo del professionista di altissimo valore umano e morale ed il commosso cordoglio di tutto il consiglio del nostro ordine."

Dal mondo della Giostra

ANTONIO BONACCI-2Magistrato da alcuni anni, Antonio Bonacci era anche grande appassionato di Giostra, oltre agli impegni ufficiali presidiava con costanza le prove durante la settimana.

L’Istituzione Giostra del Saracino e il mondo della Giostra tutto sono sgomenti di fronte all’improvvisa e prematura scomparsa di Antonio Bonacci venuto a mancare nel pomeriggio di oggi all’età di sessant’anni lasciando attonita l’intera comunità aretina. Stimato avvocato e da sempre appassionato di Giostra, all’interno della manifestazione ha ricoperto il ruolo di magistrato nel corso degli ultimi due mandati (2013-2018) distinguendosi per serietà ed imparzialità. L’Istituzione Giostra del Saracino, i Quartieri, i Musici, gli Sbandieratori dei quali il fratello Giovanni è presidente, l’Associazione Signa Arretii e tutto il mondo della Giostra si stringono alla famiglia a tutti coloro che lo conoscevano in questo momento di dolore. 

“Perdiamo un grande uomo prima ancora che un uomo di Giostra – esprime il proprio cordoglio l’assessore Gianfrancesco Gamurrini – Carismatico e solare, figura dalla grande personalità, Antonio Bonacci ha saputo dare moltissimo, negli anni, alla manifestazione nel suo ruolo di magistrato, e all’intera città. La comunità aretina perde una figura di riferimento”.  

“Persona cordiale, positiva e disponibile – ricordano il presidente dell’Istituzione Giostra del Saracino e i rettori - ha sempre ricoperto i suoi incarichi con irreprensibilità ma allo stesso tempo passione, entusiasmo ed un fortissimo senza di appartenenza”. 

Il fratello Giovanni, oltre che consigliere comunale nel gruppo di Ora Ghinelli è anche il presidente dell'Associazione Sbandieratori che ha lasciato un messaggio ufficiale sulla pagina Facebook: "L'Associazione Sbandieratori di Arezzo si unisce al dolore della famiglia del presidente Giovanni Bonacci per la perdita del fratello Antonio, noto avvocato del foro aretino e presidente della camera penale aretina."

Particolarmente colpito anche il quartiere di Porta Sant'Andrea, quello del cuore per il figlio Francesco. Questo il messaggio di cordoglio dei biancoverdi: "Il Quartiere di Porta Sant’Andrea si unisce al dolore per la prematura scomparsa dell’ Avv. Antonio Bonacci, professionista stimato, persona leale e solare. Tra le sue passioni anche quella per la Giostra nella quale ha rivestito per anni il ruolo di magistrato. Al figlio Francesco, alla moglie, ai familiari ed ai colleghi di studio le più sentite condoglianze. Ciao Antonio."

Dal mondo Amaranto

Grande il cordoglio anche nel Cavallino rampante di cui Antonio Bonacci era sostenitore, a ricordarlo per tutti il Museo Amaranto.

"Ancora un lutto nella famiglia del tifo amaranto.Oggi ci ha lasciato Antonio Bonacci, grandissimo tifoso del cavallino.Lo ricordiamo presente fin da ragazzino in maratona e poi in tribuna centrale, lato nord , insieme agli amici di sempre. Un pensiero per te Antonio da parte del Museo Amaranto ed un abbraccio fortissimo a tutti i tuoi familiari , in modo particolare ai fratelli Giovanni ed Andrea."

A tutto questo movimento di cordoglio si unisce la redazione tutta di Arezzo Notizie che esprime le più sentite condoglianze alla famiglia di Antonio Bonacci, ai fratelli Giovanni e Andrea e ai colleghi avvocati dello studio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Covid: 78 nuovi casi nell'Aretino. Un 29enne ricoverato in ospedale

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • "In terapia intensiva anche 50enni senza patologie pregresse", così la nuova ondata del Coronavirus

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Ciclista trovato riverso sulla strada, l'appello della famiglia: "Se qualcuno ha visto, contatti la Municipale"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento