Cronaca

Selene, Luigi, Ivan: la tragedia di tre sportivi. Special Olympics Arezzo: "Un evento in loro ricordo"

La disabilità non aveva impedito alle vittime dell'incidente della Fratta di praticare basket, bocce, danza ed equitazione. Un post nazionale dell'associazione li ricorda e c'è l'idea, passata l'emergenza Coronavirus, di organizzare una manifestazione in loro nome

Ivan Osmeri, 45 anni di Tuoro sul Trasimeno, Luigi Romano, 45 anni di Napoli, e Selene Foschi, 43 anni di Livorno

Special Olympics Italia esprime il proprio cordoglio per la scomparsa dei tre quarantenni ospiti della residenza per disabili Villa Mimose che erano a bordo del pulmino finito fuori strada alla Fratta-Santa Caterina di Cortona lunedì scorso 2 marzo. Nello schianto hanno perso la vita i passeggeri Ivan Osmeri, 45 anni di Tuoro sul Trasimeno, Luigi Romano, 45 anni di Napoli, e Selene Foschi, 43 anni di Livorno. Tutti praticavano almeno uno sport. Nel sinistro sono rimaste gravemente ferite altre tre persone, tutte ricoverate in rianimazione, stabili ma gravi, in prognosi riservata alle Scotte di Siena.

Il post di Special Olympics Italia

Di seguito il post pubblicato sull'account nazionale di Special Olympics

Appresa la dolorosa notizia del gravissimo incidente stradale alla Fratta di Cortona che ha coinvolto Selene, Ivan e Luigi, 3 nostri atleti, Special Olympics Italia si stringe all'immenso dolore delle famiglie, dei compagni di squadra, dei loro tecnici, del Team di riferimento Agorà.

Cos'è Special Olympics Italia

Special Olympics Italia è il comitato italiano dell'associazione sportiva internazionale Special Olympics, fondata da Eunice Kennedy Shriver negli Stati Uniti nel 1968, per organizzare eventi per persone con disabilità intellettiva. Promuove, con cadenza quadriennale, i Giochi Olimpici Speciali.

Un evento in memoria dei tre atleti speciali

"Selene Foschi giocave a bocce e praticava danza - spiega Claudia Del Tongo, responsabile Special Olympics per la provincia di Arezzo -, Luigi Romano basket. Entrambi erano molto attivi in eventi del territorio aretino. E anche Ivan praticava sport, equitazione nello specifico. Anche noi siamo rimasti choccati alla notizia dell'incidente. Sarebbe bello poter organizzare un evento sportivo in loro memoria, anche se sarà difficile farlo a breve, dato il blocco delle manifestazione per il coronavirus". 

Foto in copertina di Special Olympics Italia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selene, Luigi, Ivan: la tragedia di tre sportivi. Special Olympics Arezzo: "Un evento in loro ricordo"

ArezzoNotizie è in caricamento