menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio a Vera Butali: scomparsa una delle prime donne imprenditrici di Arezzo

"Se non avessi avuto al mio fianco la mia compagna di vita forse, adesso, avrei molto meno da raccontare". Così il marito Benito parlava di lei durante una delle ultime interviste pubbliche

Arezzo dice addio a Vera Treghini Butali. L'imprenditrice si è spenta oggi, martedì 23 marzo, all'età di 94 anni. Soltanto due anni fa il marito, Benito Butali, era deceduto dopo aver trascorso con lei una vita ricca di impegni e successi in campo personale e lavorativo. Insieme a lui, la signora Vera è stata artefice del successo della attività commerciale legata al settore elettrodomestici e tecnologici.

"Nel mio ufficio avevo appeso un poster sul quale c'era scritto: 'Guarda lontano e quando lo hai fatto guarda ancora più lontano'. Ho sempre cercato di applicare questa regola in ogni singolo aspetto della mia esistenza. Certo, non l'ho fatto da solo. Se non avessi avuto al mio fianco la mia compagna di vita forse, adesso, avrei molto meno da raccontare". È stato in occasione dell'uscita del libro "Conta i soldi con le mani", che Benito Butali si concesse per un breve bilancio della propria carriera ai microfoni di Teletruria e Amarantomagazine. In quella occasione, l'imprenditore stesso ribadì con fermezza il rapporto e il legame straordinario con la moglie Vera sua inserparabile compagna di vita.

Alla famiglia Butali vanno le condoglianze da parte della redazione.

"Orgogliosa del nostro ospedale", la lettera di Vera Butali dopo un ricovero al San Donato

Il cordoglio per la scomparsa di Vera Butali

“Mi unisco al cordoglio della famiglia e di tutta la comunità aretina per la scomparsa di Vera Treghini Butali".

Anche Lucia De Robertis, presidente della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio regionale, esprime la sua “sincera partecipazione” al lutto che ha colpito “non solo la famiglia Butali, ma tutta la nostra comunità”.

"Donna forte e generosa, il cui nome è inscindibilmente legato a quello del compianto marito Benito nella costruzione di quella straordinaria storia imprenditoriale che risponde al nome di Euronics, ma anche nelle altre importanti esperienze che hanno fatto crescere la città di Arezzo, come l’emittente Teletruria.

Davvero, in tempi come questi – aggiunge Lucia De Robertis - in cui, giustamente, si chiede spazio per le donne, ricordare l’esempio di Vera Treghini Butali è il miglior modo per rappresentare una storia di impegno e di successo femminile, in tempi in cui questo era ancora più difficile. Ma non è solo l’imprenditrice che vogliamo ricordare, ma proprio la persona, nella sua dimensione familiare, sociale, spirituale".

“Vera Treghini Butali è stata una grande donna – conclude la consigliera regionale aretina – e guardare a lei e alla sua storia, per prendere esempio, è un modo straordinario per ricordarla come merita”.

Anche la Confcommercio aretina esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Vera Treghini Butali, moglie del commendator Benito Butali, che fu presidente dell’associazione di categoria.  

“Ad un anno e mezzo dal suo Benito, anche Vera ci ha lasciati. Come lui, è stata molto attiva all’interno della nostra associazione. Ci stringiamo intorno ai suoi figli Alessandro, Paola e Francesco, nostro vicepresidente provinciale”, dice il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni. “Alla signora Vera eravamo tutti legati da un rapporto di straordinario affetto, prima ancora che di stima e considerazione – prosegue Marinoni - una grande donna al fianco di un grande uomo, madre di straordinari figli. Insieme hanno fatto moltissimo per questa città e la nostra categoria. Con lei se ne va un pezzo di storia di Arezzo e un pezzo di noi…”.

“Con la sua presenza e attività nel gruppo Terziario Donna Confcommercio, la signora Vera ha contribuito a valorizzare il ruolo delle donne all’interno dell’economia”, aggiunge la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, “Donna materna ed autorevole insieme, è stata un esempio per noi tutti”.

Il cordoglio di Rondine Cittadella della pace

Tutta la comunità di Rondine esprime il più sentito cordoglio per la scomparsa di Vera Treghini Butali, tra le prime, insieme al marito il commendator Benito Butali, a credere nella Cittadella della pace fin dalle sue origini.

"Condivido insieme a tutti gli amici di Rondine il dolore per la morte della cara Vera  - afferma il Presidente Franco Vaccari –  sentendomi vicino ai suoi figli e a tutta la famiglia Butali. Insieme a questo sentimento affiora tutta la gratitudine per una donna che mi è stata amica e ha sostenuto Rondine fin dai primi istanti, quando era solo un’idea difficile da comunicare. Mi è stata vicino finché ha potuto con il consiglio, uno sguardo attento e intelligente e una costante, delicata, generosità. Un modello, un esempio per tutta la nostra città".

Ricordando il suo sostegno e la sua vicinanza ci stringiamo alla famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento