Mamma morta durante il travaglio, due sanitari indagati. Attesa per l'autopsia

Gli avvisi di garanzia sarebbero stati inviati ad un medico e a un'ostetrica che quella sera erano di turno. Venerdì l'accertamento autoptico

Un medico e un'ostetrica: sarebbero due gli indagati per la morte della giovane mamma avvenuta durante il travaglio del parto. Gli avvisi di garanzia sono stati inviati per tutelare anche gli stessi sanitari che in vista dell'autopsia - programmata per venerdì prossimo, 19 giugno-, potranno nominare dei consulenti che prendano parte all'accertamento. La procura ha ipotizzato il reato di omicidio colposo, ma dall'esame autoptico sono attesi i chiarimenti del caso. A cosa era dovuto l'arresto cardiaco sopraggiunto nella notte tra sabato e domenica? C'era una patologia pregressa? Era possibile intervenire in modo diverso per salvare la vita alla giovane mamma? Sono i dubbi che la procura vuole fugare. 

La giovane madre era arrivata al pronto soccorso accompagnata da un'ambulanza del 118. Il travaglio era iniziato ma dopo alcune ore di attesa la situazione è precipitata. Joy, questo il nome della donna, ha avuto un attacco cardiaco. I medici hanno tentato di rianimarla e per salvare la bambina hanno eseguito un cesareo.

Lunedì mattina, mentre la Asl stava disponendo un riscontro diagnostico, la procura è intervenuta. I carabinieri di San Giovanni Valdarno hanno sequestrato le cartelle cliniche e la salma è rimasta a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento