Cronaca

Morirono per tumore al polmone: esposto di 18 famiglie contro la Sacfem

Hanno costruito per anni carrozze ferroviarie. Lavoravano per la Sacfem e sono morti per un tumore al polmone. Uniti nella stessa tragica e dolorosa sorte sono 18 ex dipendenti dell'azienda aretina. Oggi le loro famiglie - che da poco hanno...

Tribunale-3

Hanno costruito per anni carrozze ferroviarie. Lavoravano per la Sacfem e sono morti per un tumore al polmone. Uniti nella stessa tragica e dolorosa sorte sono 18 ex dipendenti dell'azienda aretina. Oggi le loro famiglie - che da poco hanno costituito un comitato - si sono unite per presentare un maxi esposto alla Procura di Arezzo, del quale si sta occupando il Pm Marco Dioni, su incarico del procuratore capo Roberto Rossi. Il reato ipotizzato dai legali che le assistono - Giudo Cosulich, Sabrina Candi e Vittorio Martinelli - è quello di omicidio colposo plurimo.

I familiari chiedono che procedimento giudiziario accerti come negli anni, alla Sacfem non furono adottate le necessarie misure di sicurezza: gli operai esposti all'amianto- sostengono nell'esposto - non avevano protezioni, nemmeno quando lavoravano le lastre in amianto. E una serie di documenti medici è stata allegata alla domanda: ci sono le diagnosi del mesotelioma pleurico, il tumore che ha colpito gli operai, per il quale Inail e Usl riconosciuto la malattia professionale e accordato una pensione di invalidità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morirono per tumore al polmone: esposto di 18 famiglie contro la Sacfem

ArezzoNotizie è in caricamento