Cronaca

Morì in vacanza alle Baleari, oggi la decisione sul rinvio a giudizio per i due aretini

Prima la parola agli avvocati difensori, per le ultime repliche. Poi la decisione del Gup Piergiorgio Ponticelli. Solo nel primo pomeriggio si saprà se i due giovani aretini implicati nella morte della studentessa ligure Martina Rossi andranno a...

intercettazione martina rossi

Prima la parola agli avvocati difensori, per le ultime repliche. Poi la decisione del Gup Piergiorgio Ponticelli. Solo nel primo pomeriggio si saprà se i due giovani aretini implicati nella morte della studentessa ligure Martina Rossi andranno a processo.

I due, Luca V. e Alessandro A., sono accusati di morte in conseguenza di altro reato. Secondo la procura la giovane, in vacanza con le amiche a Palma de Majorca, infatti avrebbe perso la vita nel tentativo di sfuggire da un tentativo di violenza sessuale. La giovane all'alba del 3 agosto del 2011, si trovava nella camera dei due aretini dopo una serata passata in discoteca. Le amiche erano appartate con altri due aretini e lei si è ritrovata sola con i due giovani oggi imputati.

Gli inquirenti spagnoli chiusero presto il caso come suicidio. Ma le ricostruzioni con tante contraddizioni, la dinamica apparsa ben presto troppo rocambolesca, le intercettazioni e la ferrea volontà della famiglia di Martina di arrivare fino in fondo alla vicenda, hanno portato alla riapertura del caso.

Dopo una lunghissima udienza, la scorsa settimana, nella quale il procuratore Roberto Rossi e la parte civile (la famiglia è assistita dai legali Luca Fanfani e Stefano Savi) hanno chiesto il rinvio a giudizio, oggi saranno pronunciate le ultime repliche della difesa (i giovani aretini sono assistiti dai legai Tiberio Baroni e Stefano Buricchi). Poi è una camera di consiglio e quindi la decisione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì in vacanza alle Baleari, oggi la decisione sul rinvio a giudizio per i due aretini

ArezzoNotizie è in caricamento