menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I Moretti non parlano davanti al Gip. Pronta l'istanza di riesame

"Operazione Paradiso", scena muta di Antonio e del figlio Andrea all'interrogatorio di garanzia. I legali preparano la richiesta di revoca dei domiciliari

Antonio Moretti e il figlio Andrea si sono presentati stamattina davanti al giudice delle indagini preliminari per l'interrogatorio di garanzia e si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Entrambi si trovano agli arresti domiciliari, coinvolti nella "Operazione Paradiso" della guardia di finanza con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata all’autoriciclaggio, alla frode fiscale, alle false fatturazioni e al mendacio bancario.

Nessuna dichiarazione davanti al giudice da parte dei Moretti, una linea prevedibile per dare modo ai legali Stefano Campanello e Niki Rappuoli di studiare a fondo l'immenso faldone con tutte le carte dell'inchiesta.

Di sicuro entro lunedì verrà presentata l'istanza di riesame contro la misura degli arresti domiciliari e contro il sequestro di società e proprietà immobiliari. Sul tavolo c'è la complessa questione dell'autoriciclaggio, capo d'imputazione associato a reati tributari e fiscali che i legali dei Moretti proveranno a smontare.

Domani e venerdì saranno sentiti anche Marcello Innocenti, ragioniere ritenuto la mente dell'organizzazione, e Paolo Farsetti, responsabile della linea di abbigliamento Pull Love. Probabile che anche loro facciano scena muta di fronte al gip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casentino

    Gelo primaverile: falò accesi per salvare i vigneti

  • social

    La miglior Lady Chef della Toscana è dell'associazione Cuochi di Arezzo

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento