rotate-mobile
Cronaca Montevarchi

Molestatore seriale, dai social nuove testimonianze: "Una domanda e poi mostra video porno. Denunciate, va fermato"

Con modi educati e gentili, un giovane di circa 30 anni si avvicinerebbe a donne tra i 30 e i 40 anni chiedendo un'informazione: "Mi scusi dove si trova la palestra per le arti marziali?"

"Qualche mese fa questo tipo mi fermò, rimasi distante una decina di metri per il discorso Covid". "Mia figlia di 17 anni ha sofferto la solita offesa in treno, era novembre". Dopo il racconto di una giovane donna che vive nel Valdarno, i commenti sui casi di molestie sessuali messi a segno tra Montevarchi e San Giovanni si moltiplicano. E ci sono altre donne che raccontano sui social la loro disavventura. Come la mamma che lo scorso 18 febbraio mentre stava percorrendo la zona di Ponte alle Forche si sentì chiamare: era un giovane che le chiedeva dove si trovava la palestra di arti marziali. Diffidente, disse di andare di fretta e l'uomo "piuttosto indispettito - scrive la donna in un commento - mi fa "oh!!! Capisco che non te ne freghi nulla ma se vieni qui e mi aiuti con google maps mi fai un favore!". In quel caso la donna si allontanò e la molestia non si concretizzò. Oppure come la signora che spiega come lo stesso spiacevole episodio sia accaduto in treno, lo scorso novembre, alla figlia minorenne.

Identikit e modus operandi 

Stando alle testimonianze delle vittime, a molestarle sarebbe stato un giovane di circa 30 anni, senza nessun accento che tradisse origini straniere e senza particolari inflessioni dialettali, alto circa 1 metro 85, ha sempre indossato la mascherina chirurgica. Con modi educati e gentili, avvicina solitamente donne tra i 30 e i 40 anni e chiede un'informazione: "Mi scusi dove si trova la palestra per le arti marziali?". Una richiesta talmente specifica che spiazza le vittime, tanto che quando lui porge il telefonino per guardare insieme una mappa, loro si avvicinano per gentilezza. A questo punto scatta la molestia: sullo schermo del telefonino parte un video porno. 

Dopo l'appello all'attenzione lanciato da una ragazza della zona sui social, riportato questa mattina da Arezzo Notizie, si sono aggiunte altre testimonianze. La giovane donna parla di almeno sette persone avvicinate negli ultimi mesi. Il primo caso risalirebbe a un anno fa, l'ultimo ad una decina di giorni fa. Gli episodi si sono verificati sia in centro a Montevarchi sia sul Lungarno di San Giovanni, sia nella zona di via Meucci, sempre a San Giovanni. Due donne hanno sporto denuncia ai Carabinieri negli ultimi giorni. Le forze dell'ordine stanno indagando. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestatore seriale, dai social nuove testimonianze: "Una domanda e poi mostra video porno. Denunciate, va fermato"

ArezzoNotizie è in caricamento