rotate-mobile
Cronaca San Giovanni Valdarno

"Scusi, dov'è la palestra?", avvicina giovani donne e le molesta mostrando video porno

Una trentenne racconta la sua disavventura e lancia un appello: "Altre ragazze mi hanno contattata: temiamo si tratti di un molestatore seriale. E' entrato in azione anche vicino a una scuola media"

Si avvicina a ragazze sole e con modi gentili e toni educati chiede un'indicazione. Poi, con un escamotage, mostra loro il telefonino: sullo schermo però invece di una mappa o del luogo che sta cercando, appare un video dai contenuti a luci rosse e violenti. I casi ormai sarebbero numerosi, tanto che le vittime parlano di un "molestatore seriale" che imperverserebbe tra San Giovanni Valdarno e Montevarchi. Alcune di loro hanno segnalato la presenza di questa persone alle forze dell'ordine, altre hanno raccontato la loro disavventura sui social. Una giovane donna, residente in Valdarno, ha deciso di fare entrambe le cose: con un post sui gruppi Facebook del Valdarno ha cercato di lanciare un appello all'attenzione, poi insieme ad un'amica ha segnalato tutto agli inquirenti. 

La testimonianza

"Era il 16 maggio e stavo facendo jogging sul Lungarno quando all'improvviso un ragazzo si è avvicinato - racconta N.R. ad ArezzoNotizie - . In modo molto educato mi ha chiesto un'informazione: cercava una palestra per esercitarsi nelle arti marziali. Poi però con la scusa di spiegarmi che genere di indicazione gli serviva, mi ha mostrato il suo telefono sul quale partito un video hard, violento. Sono rimasta shoccata e mi sono subito allontanata. Lui mi ha seguito per alcuni metro. Fortunatamente sul sentiero che stavo percorrendo sono comparse altre persone e lui si è defilato". Una brutta avventura, che ha colpito molto la giovane donna, soprattutto perché a poca distanza da dove sarebbe avvenuto il fatto si trova una scuola media. "Io sono adulta e certe situazioni le posso affrontare e superare. Ma se si fosse trattato di una ragazzina? Cosa sarebbe successo?". 

L'appello social e la scoperta di nuovi casi

Così ha deciso di rendere pubblica la sua esperienza, raccontandola e condividendola sui gruppo social di Montevarchi e San Giovanni. E a quel punto è accaduto qualcosa di imprevisto: "Alcune ragazze mi hanno contattata: io pensavo di essere stata l'unica ad aver avuto a che fare con questa persona, invece ho scoperto che da tempo molesta le donne". Altre sette donne che vivono tra Montevarchi e San Giovanni che le hanno scritto: hanno tutte un'età compresa tra i 30 e i 40 anni e tutte si sono trovate di fronte quest'uomo in situazioni molto diverse le une dalle altre. "In due casi ad esempio - racconta la giovane donna - la molestia è avvenuta all'esterno di un supermercato a Montevarchi. Una zona frequentata anche da tante persone"

Resterebbe costante invece il modo con cui lo sconosciuto ha tentato l'approccio: "Con tutte ha finto di aver bisogno di un'informazione per raggiungere una palestra. Poi ha mostrato il cellulare". 

Il primo caso emerso al momento risalirebbe allo scorso anno, l'ultimo a circa 10 giorni fa. 

L'identikit del molestatore

"Con le altre ragazze ci siamo confrontate - racconta la donna - e anche la descrizione di questa persona combacia". Stando alle testimonianze delle vittime, a molestarle sarebbe stato un giovane di circa 30 anni, senza nessun accento straniero e senza particolari inflessioni dialettali, alto circa 1 metro 85, che indossa sempre la mascherina chirurgica. 

Poi l'appello all'attenzione: "Se doveste essere avvicinate da questa persona - ha scritto nel suo post N.R. - allontanatevi prima possibile, non visualizzate il video che propone, sono immagini pornografiche violente!
Appena siete in sicurezza chiamate subito il 112. Io ringrazio la mia compagna di disavventura che ha avuto il coraggio di presentarsi insieme a me in caserma. E spero che anche le altre donne lo facciano prima possibile e sopratutto prima che sia troppo tardi."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scusi, dov'è la palestra?", avvicina giovani donne e le molesta mostrando video porno

ArezzoNotizie è in caricamento