rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Il caso / Pescaiola / Via Pietro Nenni

"Palpeggiata al punto prelievi del San Donato". Individuato il presunto responsabile

L'uomo viene ascoltato dalla Asl per fornire la propria versione dei fatti nell'ambito di un'indagine interna

È stato individuato il sanitario, operante sabato mattina al punto prelievi dell'ospedale San Donato, che due ragazze aretine hanno indicato come "molestatore" nella pubblica denuncia di ieri, riportata dall'associazione di promozione sociale Collettivae di Arezzo, che si batte contro discriminazione e violenza di genere.

Secondo quanto riferito dall'associazione l'uomo avrebbe palpeggiato in parti intime e fatto pesanti avances nei confronti di due under 30 che si trovavano lì per effettuare un prelievo di sangue. Un caso di presunte molestie gravi: la prima ragazza, una 25enne, sarebbe scappata in stato di choc dopo la prestazione sanitaria, confidandosi con un'amica prima di rivolgersi a Collettivae. L'associazione ha poi raccolto una testimonianza simile, relativa alla stessa mattina e al medesimo sanitario, fatta da una ragazza più grande.

La Asl Toscana sud est ha da subito avviato un'indagine interna per ricostruire l'accaduto. A seguito della descrizione che è stata fornita dalle ragazze e riportata da Collettivae, l'uomo è stato individuato. Questa sera viene ascoltato dai vertici dell'azienda sanitaria, dando la propria versione dei fatti. Tuttavia la Asl, per muovere passi decisi in una vicenda così delicata, è in attesa della formale denuncia dell'accaduto da parte delle due giovani donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Palpeggiata al punto prelievi del San Donato". Individuato il presunto responsabile

ArezzoNotizie è in caricamento