Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Minacce a Santini, il Ris cerca impronte sui proiettili

Due proiettili, una pesantissima minaccia e tanto sgomento. La giornata di ieri nella sede dell'Ente parco delle Foreste Casentinesi è stata convulsa. Il presidente, Luca Santini, è stato raggiunto da una lettera anonima contenente le munizioni e...

minacce-santini2

Due proiettili, una pesantissima minaccia e tanto sgomento. La giornata di ieri nella sede dell'Ente parco delle Foreste Casentinesi è stata convulsa. Il presidente, Luca Santini, è stato raggiunto da una lettera anonima contenente le munizioni e una frase a dir poco inquietante: "Sei uno sbirro. Difendere la legge ha un prezzo. Sei un uomo morto!!!".

Erano quasi le 10 del mattino quando il pacco è stato rinvenuto sulla sedia della segretaria, nell'ufficio che si trova al primo piano dell'edificio. La scrittura dalla grafia incerta - quasi come se le parole fossero state scritte con la mano sbagliata - nessuna affrancatura: il plico è stato consegnato a mano tra le 14,30 dell'altro ieri e le 9,30 di ieri mattina e rinvenuto nel giorno in cui la segretaria non era al lavoro, da alcuni colleghi.

Sul posto sono accorsi subito i Carabinieri Forestali, di stanza proprio nell'edificio di fronte a quello dell'Ente, e i Carabinieri del Nucleo investigativo della Compagnia di Bibbiena.

Nessuna telecamera è presente sul posto, nessuna immagine di qualcuno che è entrato nella sede, è stata catturata. Le indagini, come sempre in questi casi, sono a 360 gradi. I proiettili e l'involucro sono stati inviati al Ris di Roma: la speranza è quella che possano essere rilevate impronte digitali che raccontino qualcosa in più su chi ha confezionato il plico.

Il pacco sarebbe stato inviato a Santini in virtù del ruolo istituzionale che ricopre: non si tratterebbe di una vicenda privata. Santini è stato per due mandati sindaco di Stia, per altrettanti mandati presidente dell'Unione dei Comuni Montani del Casentino: i militari dell'Arma stanno scavando anche nel passato, tra vecchie ruggini che invece di appianarsi potrebbero essersi inasprite.

"Non ho capito neppure io questo atto - ha spiegato ieri il presidente Santini ad Arezzo Notizie - in dieci anni da sindaco ho ricevuto critiche, attacchi e pesanti considerazioni, ma una cosa così non mi era mai accaduta. Mi sono reso conto, una volta di più, che rappresentare lo Stato e cercare di far rispettare la legalità talvolta comporta il ritrovarsi esposti. Certo, mai mi sarei aspettato un gesto del genere. Non mi scoraggio però perché in questi ultimi cinque anni ho sentito l'affetto e il sostegno di tanti cittadini che hanno dimostrato apprezzamento per il lavoro che abbiamo svolto".

Le indagini vanno avanti dunque su più fronti, anche perché l'attività dell'Ente Parco è molto vasta e le minacce potrebbero essere legate a qualche aspetto della sua gestione.

L'intera vicenda è stata segnalata alla Procura della Repubblica di Arezzo con la quale i militari dell'Arma in questi giorni sono sempre rimasti in contatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a Santini, il Ris cerca impronte sui proiettili

ArezzoNotizie è in caricamento