rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico

Il Mercato Tirolese chiude i battenti: "Già pronto un progetto per ampliarlo. Coinvolgeremo altre piazze"

Da Sant'Agostino a piazza della Badia fino all'anfiteatro: così Confcommercio spera di allargare i confini della manifestazione. "Adesso siamo un evento di interesse nazionale"

Il mercatino tirolese ha appena chiuso i battenti, ma già tante idee sono pronte per la prossima edizione. "Presenteremo subito un progetto di ampliamento della Città del Natale", spiega Gianluca Rosai, di Confcommercio. L'obiettivo è quello di "allargare" i confini dell'iniziativa ad altre piazze dove proporre eventi e iniziative "all'altezza della manifestazione". 

In questa edizione da record è parso evidente che il cuore della città andasse stretto ai flussi di visitatori che hanno invaso Arezzo dal 20 novembre al 26 dicembre, e che continueranno a farlo per visitare le attrazioni presenti al Prato. Per questo  - e anche per andare incontro alle richieste dei tanti commercianti che operano nelle aree limitrofe al centro storico - sarebbe stato ideato un ampliamentp.

"Pensiamo innanzitutto a Sant'Agostino, dove vorremmo riqualificare il mercato. Poi ad altre aree partendo da via Roma a via Crispi, fino all'anfiteatro romano e piazza della Badia. Luoghi bellissimi - afferma Rosai - che meritano di essere valorizzati e che al tempo stesso permetterebbero di spalmare i flussi in altre zone del centro". 
Il progetto sarebbe già pronto nel cassetto dell'associazione di categoria che oggi celebra la buona riuscita di questa sesta edizione del mercato tirolese. 

"Abbiamo restrato il 20 per cento in più di visitatori. Tantissimi pullman, ma anche turisti 'solitari', hanno raggiunto Arezzo da tutta Italia. Tutte le regioni erano presenti, fatta eccezione per la Valle d'Aosta. Un risultato che colloca questa manifestazione tra quelle di interesse nazionale e non più solo di carattere regionale. E questo ci gratifica molto". 

Intanto la Città del Natale prosegue. Al Prato la ruota panoramica continua a girare, cosi come le altre attrazioni continueranno ad accogliere aretini e turisti. Chiuderà solo il villaggio Lego. In piazza San Jacopo e in piazza Risorgimento proseguiranno i tradizionali mercatini. Fino al 9 gennaio 2022 l'atmofera natalizia continuerà ad essere protagonista in città. Con una attesissima parentesi: quella del primo fine settimana dell'anno dedicato alla Fiera Antiquaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Mercato Tirolese chiude i battenti: "Già pronto un progetto per ampliarlo. Coinvolgeremo altre piazze"

ArezzoNotizie è in caricamento