Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Colpito da meningite a 7 anni, buone notizie dal Meyer: "E' fuori pericolo di vita"

Il bimbo è stato ricoverato lo scorso 1° agosto dopo essere arrivato in pronto soccorso accusando i sintomi di diarrea, febbre alta e ipoattività

E' fuori pericolo di vita.
Finalmente la buona notizia viene confermata dall'ospedale pediatrico Meyer.
Le condizioni del piccolo ricoverato per una forma di meningite B stanno lentamente migliorando tanto che, a quanto pare, il peggio sarebbe davvero scongiurato.

Un primo sospiro di sollievo per tutti coloro, in primo luogo i familiari, che in questi ultimi giorni hanno seguito la vicenda con una partecipazione e una vicinanza fuori dal comune. Il bambino risponde bene alle cure e la sua vita è salva.

I primi segnali positivi erano già arrivati nei giorni passati. Il bimbo, valdarnese di 7 anni, dopo aver iniziato la terapia aveva da subito mostrato reazioni che facevano ben sperare. Ma nonostante tutto la cautela è stata d'obbligo.

Oggi invece la conferma. Non c'è più pericolo di morte. La prognosi resta ancora riservata e il percorso di guarigione è appena cominciato tanto che per il momento il bimbo rimane ricoverato.

Bimbo aretino di 7 anni colpito da meningite: c'è un miglioramento

Meningococco B: bambino di 7 anni ricoverato. Caso accertato, avviata la profilassi

Il ricovero

Il 1° agosto una madre ha accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale San Donato di Arezzo il proprio figlio con evidenti sintomi della febbre alta, diarrea e ipoattività. Il personale sanitario, eseguiti i primi accertamenti, aveva valutato il trasferimento al Meyer con una diagnosi di meningite. Contestualmente il dipartimento di prevenzione della Asl Toscana sud est aveva attivato le procedure di profilassi per tutti coloro che, essendo contatti stretti del bambino, rientravano nei casi previsti da apposita circolare ministeriale. In tutto sono state una cinquantina le persone sottoposte al trattamento.

Tre casi dall'inizio dell'anno

Quello del bimbo valdarnese è soltanto l'ultimo caso di meningite nell'Aretino, portato da quel meningococco B che, a primavera, uccise la 21enne Sofia Panconi, residente nel Valdarno aretino. Qualche giorno più tardi si era verificato un altro caso, ancora in Valdarno, che aveva riguardato un 57enne. In quella circostanza, però, il meningococco responsabile della malattia era quello di tipo C.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpito da meningite a 7 anni, buone notizie dal Meyer: "E' fuori pericolo di vita"

ArezzoNotizie è in caricamento