rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Montevarchi

Paziente morì dopo intervento invasivo, medico condannato a risarcire un milione alla Asl

Secondo la Corte dei conti il medico non prese in considerazione l'esame istologico e nemmeno chemio e radioterapia che avrebbero offerto una prospettiva di vita maggiore

Sottopose una paziente a un intervento demolitivo, senza prendere in considerazione cure quali chemioterapia e radioterapia previste per quella patologia e, secondo l'accusa, senza aver preso visione dell'esame istologico. Oggi un medico che era in servizio presso l'ospedale Santa Maria della Gruccia a Montevarchi è stato condannato per danno erariale e dovrà risarcire quasi un milione di euro alla Asl Toscana Sud Est. È quanto deciso dalla Corte dei Conti, come riporta l'edizione fiorentina del quotidiano Repubblica. 

I giudici hanno fissato un maxi risarcimento di ben 923mila euro asserendo nella motivazione che: "È del tutto inspiegabile, secondo i normali parametri della razionalità, la ragione per la quale il medico non abbia inteso prendere visione del referto dell’esame istologico che doveva indirizzare la scelta terapeutica".

La vicenda risale al 2007, anno in cui la paziente subì l'intervento particolarmente invasivo. Fu infatti sottoposta a gastrectomia totale, con rimozione dell'intero stomaco, della milza, di parte del pancreas e di parte del fegato. Eppure, sostengono i giudici, la diagnosi avrebbe suggerito un trattamento conservativo che avrebbe offerto possibilità di sopravvivenza più lunghe: "È deceduta - ha scritto la Corte dei Conti - in conseguenza della scelta terapeutica operata dal medico", dato che - stando alle perizie e agli atti del processo -  con un altro trattamento "sarebbero rimaste congrue possibilità di sopravvivenza a cinque anni (circa il 50% negli studi meno favorevoli), mentre, a fronte della chirurgia scelta, è deceduta entro sei mesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente morì dopo intervento invasivo, medico condannato a risarcire un milione alla Asl

ArezzoNotizie è in caricamento