Cronaca

Maxi operazione anti-droga: scoperti 11 pusher, rifornivano gli assuntori della Valtiberina

Undici persone denunciate dai carabinieri di Sansepolcro, l'accusa è quella di detenzione di droghe quali eroina e cocaina, con finalità di spaccio. Un giro d'affari imponente, secondo gli inquirenti: l'indagine ha accertato circa 1.500...

droga_borgo

Undici persone denunciate dai carabinieri di Sansepolcro, l'accusa è quella di detenzione di droghe quali eroina e cocaina, con finalità di spaccio. Un giro d'affari imponente, secondo gli inquirenti: l'indagine ha accertato circa 1.500 compravendite di stupefacenti per oltre 70mila euro.

E' l'esito di una complessa e lunga inchiesta dei carabinieri della compagnia biturgense: sono stati deferiti alla procura della Repubblica del tribunale di Perugia 11 sospetti pusher tunisini.

Le 1.500 cessioni di sostanze stupefacenti sono stata accertate nell'hinterland perugino dal giugno 2012 al luglio 2014:

bar, parcheggi, vicoli del centro storico del capoluogo umbro e parchi pubblici: gli assuntori - spiegano i carabinieri biturgensi - fissavano la quantità da acquistare, in genere sempre modesta, pagavano il dovuto e attendevano che il pusher tornasse con la droga. Gli stessi pusher facevano sistematicamente ricorso a utenze telefoniche intestate a teste di legno così da evitare di essere rintracciabili.

I denunciati sono: E. J. M., 41enne; A. A., 34enne; J. R., 32enne; R. M., 29enne; K. A. B. M., 33enne; A. S., 39enne; Y. M. M., 24enne; G. R., 47enne; M. S., 33enne; G. M., 36enne e H. B., 36enne.

I carabinieri sono riusciti a ricostruire la tela dello spaccio dopo aver ascoltato oltre cinquanta assuntori, di cui molti biturgensi che acquistavano lo stupefacente in trasferta, a Perugia. Così gli inquirenti sono risaliti ai luoghi dello spaccio, al prezzo pattuito per le dosi, ai tempi delle cessioni.

L'indagine - concludono i militari dell'Arma - trae origine dall'operazione denominata One Hundred Forty - Seven, portata a termine dai Carabinieri di Sansepolcro nel mese di marzo 2016, che consentì l'arresto di dieci soggetti per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, la segnalazione di trenta consumatori alle competenti prefetture e il sequestro di circa un chilogrammo di sostanze stupefacenti di vario tipo, tra le quali la wax (foto), sostanza resinosa di colore giallastro, principio attivo puro Thc estratto dalla marijuana con la tecnica del Bho (Butane Hash Oil).

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi operazione anti-droga: scoperti 11 pusher, rifornivano gli assuntori della Valtiberina

ArezzoNotizie è in caricamento