Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Martina, slitta il processo in Cassazione: udienza entro la fine di agosto

In seguito al ricorso presentato da Albertoni, la data del processo è slittata, ma non è stato ancora fissato il giorno

Il processo in Cassazione adesso slitterà. Come temevano i genitori di Martina Rossi e i loro legali, il ricorso presentato da uno dei due imputati - Alessandro Albertoni - presso il tribunale di Perugia ha rallentato il procedimento. L'istanza è stata trasmessa poi alla Cassazione. Questo ha causato una dilatazione dei tempi, che hanno reso non compatibile la data già fissata al luglio.

I legali hanno ricevuto la notifica dello spostamento della data tre giorni fa. Sono stati informati che il procedimento sarà assegnato alla sezione feriale, quella cioè che sarà attiva nel mese di agosto. A questo punto c'è la possibilità che slitti tutto quanto di un mese, quindi a fine agosto. E sarà una corsa contro il tempo dettata dal rischio di prescrizione del reato, prevista per questo autunno. 

Entro i termini anche l'altro imputato, Luca Vanneschi, aveva presentato il suo ricorso presso la Corte d'Appello di Firenze. 

La vicenda processuale

Una vicenda processuale infinita e con tanti colpi di scena scaturita in seguito alla la morte di Martina. La studentessa ligure perse la vita all'alba del 3 aprile del 2011, precipitando da un balcone di un hotel di Palma di Maiorca. Era il terrazzo della camera dei due ragazzi aretini  processati per morte in conseguenza di altro reato (prescritto) e per tentata violenza sessuale di gruppo. Secondo la procura, infatti, la giovane sarebbe caduta nel tentativo di sfuggire ad una violenza. 

La prima sentenza, quella di primo grado, fu pronunciata ad Arezzo il 14 dicembre 2018. Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni vennero condannati a 6 anni di reclusione per (tre anni per ogni capo di imputazione). Il 9 giugno 2020 la Corte d'appello di Firenze aveva assolto i due giovani "perché il fatto non sussiste". La Suprema Corte di Cassazione lo scorso 21 gennaio ha annullato la sentenza di assoluzione disponendo un nuovo processo per i due imputati come aveva sollecitato, nel corso della requisitoria, il sostituto procuratore generale Domenico Seccia e accogliendo i ricorsi presentati dalla procura generale di Firenze e dalla parte civile. Il 28 aprile la decisione di condanna per gli imputati da parte della Corte d'appello di Firenze nel processo bis. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martina, slitta il processo in Cassazione: udienza entro la fine di agosto

ArezzoNotizie è in caricamento