Cronaca

Martina Rossi, oggi la chiamata per l'esame dei due imputati aretini

Sarà un'altra udienza fiume dopo quella di venerdì scorso. Il processo Martina Rossi, entrato nel vivo con la testimonianza delle amiche genovesi della giovane morta a Palma di Maiorca il 3 agosto 2011, vivrà oggi un altro passaggio chiave con le...

processo-martina-rossi-giugno-2018-1

Sarà un'altra udienza fiume dopo quella di venerdì scorso. Il processo Martina Rossi, entrato nel vivo con la testimonianza delle amiche genovesi della giovane morta a Palma di Maiorca il 3 agosto 2011, vivrà oggi un altro passaggio chiave con le testimonianze previste di altre 14 persone - una decina di amici e conoscenti di Martina e quattro periti - e, in coda, con la chiamata per l'esame degli imputati Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi, accusati di "morte in conseguenza di altro reato".

Secondo il pm di Arezzo Roberto Rossi, Martina sarebbe precipitata dal sesto piano dell'hotel in cui alloggiava - mentre era in vacanza alle Baleari con le sue due amiche Isabella e Alessia - per sfuggire a un tentativo di violenza sessuale, un'ipotesi respinta dalla difesa dei due giovani aretini rappresentati dai legali Tiberio Baroni e Stefano Buricchi.

Difficile tuttavia che, qualora i due ragazzi oggi si presentino in aula, non ricorrano alla facoltà di non rispondere. E allora si precederà alle interrogazioni dei testi della parte civile, ovvero i familiari di Martina Rossi, che sono rappresentati dai legali Luca Fanfani e Stefano Savi.

L'ULTIMA UDIENZA

Venerdì scorso le due amiche di Martina hanno parlato, a lungo, dei dettagli del breve soggiorno isolano, interrotto dopo appena due giorni per la morte dell'amica. E hanno ribadito le circostanze che in quell'alba del 3 agosto, hanno portato Martina a lasciare la sua camera al piano terra: le due ragazze si erano appartate con due giovani aretini e avevano bisogno di intimità; così l'amica era salita al sesto piano, raggiungendo Albertoni e Vanneschi, conosciuti in quella vacanza. Le amiche hanno riferito che prima scese Alessandro Albertoni, dicendo che "Martina è impazzita": il giovane aveva graffi sul collo ed era sconvolto. L'altro ragazzo, Luca Vanneschi, era sceso poco dopo, e uscendo dall'ascensore aveva annunciato la morte di Martina. Dicendo che aveva preso la rincorsa e si era buttata dalla finestra.

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martina Rossi, oggi la chiamata per l'esame dei due imputati aretini

ArezzoNotizie è in caricamento