Martina lasciò la sua camera, era di troppo tra due coppie. Ora la testimonianza delle sue amiche

E' stata rinviata a venerdì 29 luglio per sciopero l'udienza del processo relativo alla tragedia di Martina Rossi, deceduta 7 anni fa a Maiorca, nelle Baleari, cadendo da un balcone: nel procedimento sono indagati due ragazzi aretini per morte in...

martina rossi1

E' stata rinviata a venerdì 29 luglio per sciopero l'udienza del processo relativo alla tragedia di Martina Rossi, deceduta 7 anni fa a Maiorca, nelle Baleari, cadendo da un balcone: nel procedimento sono indagati due ragazzi aretini per morte in conseguenza di altro reato, Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi, assistiti rispettivamente dagli avvocati Tiberio Baroni e Stefano Buricchi. Secondo la procura di Arezzo, la giovane Martina precipitò da una terrazza cercando di sfuggire a un tentativo di violenza sessuale.

Nel corso dell'udienza del 19 giugno avevano testimoniato anche i genitori di Martina, Bruno e Franca, che sono assistiti dall'avvocato Luca Fanfani. Oggi avrebbero dovuto essere ascoltati altri sei testi, ma saranno sentiti venerdì prossimo.

Ci sono due danesi, che fanno parte della famiglia che alloggiava nella camera adiacente alla 609, quella dove si trovavano Martina e i due imputati del processo, ma che difficilmente si presenteranno.

Ci sono poi le due amiche di Martina, Isabella e Alessia, che racconteranno invece la loro verità: saranno interrogate da accusa, difesa e parti civili. Il loro racconto occuperà verosimilmente tutta la giornata di venerdì 29 giugno e sarà importante capire la loro ricostruzione per avere un'idea degli esatti passaggi che portarono Martina nella camera di Vanneschi e Albertoni. E anche quel che avvenne negli istanti successivi alla tragedia. Le due ragazze genovesi si trovavano infatti in un'altra stanza (quella in cui dormiva anche Martina) assieme a due ragazzi aretini, amici degli imputati. Martina, sentendosi di troppo tra le due coppie, decise di lasciar loro la disponibilità della camera. E aspettò le sue amiche nella camera dei ragazzi di Arezzo al sesto piano.

Chiamati a testimoniare dall'accusa, inoltre, anche i due compagni di viaggio degli imputati, i due amici che si trovavano in stanza con le ragazze genovesi. Possibile, però, che i due ragazzi si avvalgano della facoltà di non rispondere, essendo accusati di falsa testimonianza in un altro processo a Genova. I magistrati liguri pensano infatti che i due ragazzi abbiano cercato di coprire i due imputati. Per l'esito di questo processo, al momento "congelato", bisognerà attendere la conclusione del procedimento di primo grado di Arezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

@MattiaCialini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento