Venerdì, 25 Giugno 2021

Cinquanta chili di marijuana sequestrata a Livorno e trasformata in energia termica ad Arezzo

Dopo un ingente sequestro avvenuto a settembre, con il quale è stata smantellata una piantagione con oltre 700 piante di canapa, le Fiamme Gialle hanno scortato in città il carico di stupefacente per permetterne la distruzione

Cinquanta chili di marijuana e canapa indiana trasformati in energia termica presso un impianto di Arezzo. La sostanza stupefacente, spiega Adn Kronos in una nota, era stata sequestrata dalla Guardia di Finanza di Livorno lo scorso settembre nel corso di una ingente operazione anti.droga. Come aveva dettagliatamente raccontato Livorno Today , la serra era stata scoperta nel terreno adiacente ad una villetta di proprietà di uno chef livornese. Le fiamme gialle, con una operazione condotta dal comandante Peppino Abruzzese, avevano smantellato l'intero vivaio che contava ben 704 piante e sequestrato anche 8 chili e 600 grammi di marijuana. 

La sostanza, se immessa sul mercato, "sarebbe stata divisa in 17mila dosi generando un profitto di circa 86mila euro. Le piante di canapa indiana, al completamento del loro ciclo vegetativo, essendo in grado di produrre 300 grammi di marijuana ciascuna, avrebbero generato un guadagno potenziale di oltre 2 milioni di euro". 

Visto l'ingente valore della merce movimentata è stato così svolto un servizio di scorta per garantire che le operazioni di trasporto e distruzione avvenissero in sicurezza. 

Si parla di

Video popolari

Cinquanta chili di marijuana sequestrata a Livorno e trasformata in energia termica ad Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento