rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

"Madre e figlio spacciano in casa". Carabinieri scovano la droga nel congelatore e scattano le manette

L'arresto è stato eseguito ieri mattina dai Carabinieri di Arezzo, dopo una lunga indagine che ha preso le mosse nell'estate del 2021.

Sono stati arrestati nello stesso giorno, in due città diverse, ma per il medesimo reato messo a segno insieme. Mamma e figlio sono finiti nei guai con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'arresto è stato eseguito ieri mattina dai Carabinieri di Arezzo, dopo una lunga indagine che ha preso le mosse nell'estate del 2021. Fu in quel periodo che il personale del Nucleo Investigativo di Arezzo, coordinato dalla locale Procura della Repubblica, diede il via ad una operazione "finalizzata a disarticolare un possibile traffico di sostanze stupefacenti presente sulla piazza aretina".
In particolare, con i servizi osservazione, controllo e pedinamento svolti nei confronti di giovani assuntori hanno permesso di scoprire il loro canale di approvvigionamento. E' stato così che i Carabinieri hanno individuato i probabili fornitori di hashish, marijuana e cocaina, scoprendo che si trattava di una madre cinquantenne e del proprio figlio ventenne.
I due vivevano ad Arezzo da tempo, ed erano ben integrati nel tessuto sociale cittadino. Di fatto non avevano un lavoro e "presumibilmente la cessione del narcotico era la principale fonte di sostentamento" affermano gli inquirenti. Pare che non avessero una vasta clientela: si sarebbe trattato una cerchia ristretta di assuntori conosciuti da tempo. 

Le indagini avrebbero permesso di ricostruire modus operandi della coppia: "le cessioni - spiegano i militari dell'Arma - avvenivano soprattutto all’interno dell’abitazione degli indagati o nelle pertinenze", luoghi dove i due, in maniera veloce e riservata, erano soliti ricevere le "visite" dei presunti clienti. 

Proprio il continuo via vai di persone presso l'abitazione aveva indotto gli investigatori a chiedere ed ottenere, nel novembre 2021, un decreto di perquisizione. Insieme alle unità cinofile, i militari trovarono e sequestrarono una notevole quantità di stupefacente di vario tipo. All’interno della cucina furono trovati 6 grammi di hashish mentre, occultati all’interno di un congelatore in disuso riposto nel vano cantina, furono trovati 38 grammi di cocaina suddivisa in 7 dosi e 4 panetti di altra sostanza, nonché materiale per il confezionamento.

"Acquisito questo importante tassello di indagine, la prosecuzione delle investigazioni unitamente ai gravi indizi di colpevolezza raccolti, consentivano di richiedere ed ottenere la Misura Cautelare, emessa dal Gip di Arezzo ed eseguita, con l’ausilio dei colleghi di Napoli e del Nucleo Carabinieri Cinofili di Firenze nella mattina del 18 maggio 2022".

Il figlio è stato arrestato ad Arezzo, la madre invece si trovava in Campania: entrambi sono stati portati in carcere e sono a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Madre e figlio spacciano in casa". Carabinieri scovano la droga nel congelatore e scattano le manette

ArezzoNotizie è in caricamento