menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione di Pisa (fonte PisaToday)

La stazione di Pisa (fonte PisaToday)

Giovane madre con due figli piccoli rischia di dormire all'addiaccio in stazione: salvata

La donna e i bimbi, residenti nell'Aretino, si aggiravano nei pressi della stazione di Pisa. Sono stati soccorsa da due agenti della locale Polizia Municipale, la Società della Salute hanno trovato loro un posto dove riposare e pasti caldi

E' stata trovata alla stazione di Pisa, con due figli piccoli di uno e due anni, ed è stata messa in sicurezza. Il soccorso risale allo scorso venerdì, quando una giovane madre camerunense residente ad Arezzo è stata aiutata dalla Polizia municipale di Pisa, perché si trovava nei pressi della stazione ferroviaria della città della torre pendente, sul fare della sera, con la prospettiva di dormire all'addiaccio.

La ricostruzione

Il soccorso è arrivato tra le 17 e le 19, nei pressi della stazione, vicino piazza Vittorio Emanuele. La giovane madre camerunense, rifugiata politica e residente nel Comune di Arezzo, si è avvicinata a due vigili del servizio di prossimità della Polizia Municipale per chiedere aiuto. Così - spiega PisaToday - è scattato il lavoro "di rete": sono stati contattati gli operatori dell’Unità di strada della Società della Salute della Zona Pisana, servizio gestito dalla cooperativa sociale Arnera. Un primo colloquio per rendersi conto della situazione e capirne la portata, poi la telefonata al Pronto Intervento Sociale della stessa SdS: "Abbiamo disposto immediatamente un’albergazione d’emergenza almeno fino a lunedì mattina in modo da assicurare una sistemazione decorosa alla famiglia: alle 19.30 erano già in una delle pensioni che collaborano con noi", ha riferito la responsabile dei servizi sociali dell’ente Maria Atzeni. In serata, poi, gli operatori le hanno consegnato loro un pasto caldo e generi alimentari.

Gli approfondimenti

Il fine settimana è trascorso, con l'assicurazione di vitto e alloggio per la madre bisognosa e i suoi piccoli. Il resto del lavoro è iniziato questa settimana, con il coinvolgimento dei servizi sociali "per capire in modo più approfondito come sia stato possibile che una mamma con due figli così piccoli si sia trovata da sola in una città sconosciuta e senza soldi in tasca", ha proseguito Atzeni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento