Maltempo in Casentino, il punto in prefettura con Enel. Ecco il "piano inverno" e il "progetto resilienza"

Si è svolto ieri, presso la Prefettura di Arezzo, incontro presieduto dal Prefetto Clara Vaccaro sugli interventi legati al maltempo dello scorso 14 novembre nel Casentino, per fare un punto sulle azioni messe in campo dalle Amministrazioni e...

prefettura-2

Si è svolto ieri, presso la Prefettura di Arezzo, incontro presieduto dal Prefetto Clara Vaccaro sugli interventi legati al maltempo dello scorso 14 novembre nel Casentino, per fare un punto sulle azioni messe in campo dalle Amministrazioni e dalla società e-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, nella gestione dell’emergenza e per pianificare ulteriori interventi strategici nel territorio aretino, in vista della stagione invernale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Erano presenti alla riunione il Sindaco di Poppi e responsabile del Servizio di Protezione Civile dell’Unione dei Comuni del Casentino, la Provincia di Arezzo, il Comando dei Vigili del Fuoco di Arezzo, il Responsabile e-distribuzione della zona di Arezzo Guido Perferi, il Referente Affari istituzionali Enel Toscana e Umbria Emiliano Maratea, il Capo unità operativa Arezzo E-distribuzione Stefano Campatelli e il Capo unità programmazione e gestione rete della zona di Arezzo Massimiliano Silvestri. Rispetto al maltempo nel Casentino, fin dalle primissime ore di martedì 14 novembre, nella zona di Badia Prataglia, all’interno del territorio comunale di Poppi, il peso della neve e il forte vento hanno provocato la caduta di alberi ad alto fusto (collocati fuori dalla fascia di competenza Enel) sulle linee elettriche nonché sulle strade, rendendo quindi difficoltosa la viabilità e l’accesso agli impianti. Grazie alla collaborazione tra Amministrazioni e società di servizi, è stato possibile riportare la situazione alla normalità nella stessa giornata del 14 novembre. Il tavolo è stato poi l’occasione per presentare il “Piano Inverno” di e-distribuzione, predisposto per fronteggiare emergenze legate a perturbazioni particolarmente intense, diventate sempre più frequenti nel corso degli ultimi anni, con una serie di attività e procedure operative volte a prevenire e a gestire in maniera rapida ed efficace le possibili conseguenze sulle linee elettriche di questi fenomeni meteorologici. I rappresentanti di e-distribuzione hanno inoltre illustrato l’attività svolta per il “taglio piante” nella fascia di propria competenza, ricordando che negli ultimi due anni, i 23.700 km di rete elettrica in Toscana sono stati ispezionati al 100%, anche mediante l’utilizzo di elicotteri e le operazioni di taglio piante hanno interessato circa 4.000 km di bosco. Infine, è stato presentato il “Progetto Resilienza”, con cui la società elettrica intende potenziare le infrastrutture, dotando il territorio di una rete più efficiente e resistente: esso è frutto di uno studio approfondito effettuato in collaborazione con il CESI, grazie al quale – a partire dagli eventi meteo verificatisi negli ultimi 15 anni – è stato possibile individuare interventi mirati da eseguire sulle reti elettriche. La realizzazione del “Piano Resilienza” è già in corso: nel 2017 in Toscana gli investimenti in resilienza ammontano a circa 13 milioni di euro. Nel dettaglio, gli interventi consistono nella sostituzione delle linee aeree in conduttori nudi con cavo aereo isolato e nell’aumento di interconnessioni tra le reti e del grado di automazione delle stesse. Anche nella provincia di Arezzo sono stati effettuati interventi per la Resilienza su tutto il territorio e proseguiranno nel corso del 2018.

Un incontro proficuo, in cui è stato fatto il punto sulle attività di coordinamento in caso di emergenza, sull’attivazione dei contatti tra istituzioni e aziende di servizio, sulla segnalazione e gestione delle utenze sensibili, tutte iniziative utili a prevenire criticità e ad ottimizzare il pronto intervento in caso di maltempo.

Il Prefetto ha comunque evidenziato il buon lavoro, sia a livello di pianificazione, sia di coordinamento, messo in atto da tutte le componenti del sistema di protezione civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Corsa a sindaco, tutti i risultati che hanno portato al ballottaggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento