Scoppio in un forno a San Zeno, malori per "nuvola" di fumo. In sei al pronto soccorso

Sei persone colpite da malore e finite al pronto soccorso a causa di una "nuvola di fumo" fuoriuscita da un forno in seguito a uno scoppio. Mattinata movimentata quella di oggi a San Zeno, dove all'interno dell'azienda Cabro, che opera nel settore...

IMG-20170614-WA0022

Sei persone colpite da malore e finite al pronto soccorso a causa di una "nuvola di fumo" fuoriuscita da un forno in seguito a uno scoppio. Mattinata movimentata quella di oggi a San Zeno, dove all'interno dell'azienda Cabro, che opera nel settore del recupero dei metalli, si è verificato l'incidente. Il fumo sprigionato dalla piccola deflagrazione avvenuta nel un forno - di recente acquisto - dove si stavano bruciando dei materiali di scarto, ha raggiunto l'azienda vicina. E proprio lì si sono verificati i malori. Nausea, bruciori alla gola e alle vie respiratorie: li hanno accusati in molti, e così sono stati chiamati i soccorsi.

Un via vai di ambulanze nella zona industriale di San Zeno si è avuto a partire dalle 9,20. Inizialmente oltre 20 persone hanno richiesto l'aiuto dei sanitari. Sei sono state portate in pronto soccorso ad Arezzo in codice giallo e verde. Per tutti problemi di irritazione alle vie aree.

Le cause sono ancora da accertare, sul posto ci sono i vigili del fuoco e i carabinieri, polizia municipale.

Tempestiva la nota del comune di Arezzo che rassicura la popolazione: "

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Nella prima mattina di oggi, presso la ditta Cabro di San Zeno, azienda che opera nel settore recupero metalli, a seguito dello scoppio di un forno si è verificato uno sversamento di sostanze inquinanti allo stato gassoso. Tutte le istituzioni coinvolte si sono attivate immediatamente: il Comune, attraverso la propria struttura operativa, ha messo in atto quanto previsto dal piano di Protezione Civile. Il rilascio di sostanze si è concluso in breve tempo e non ci sono pericoli per la popolazione. Nell'accaduto sono rimaste coinvolte circa 25 persone, delle quali solo 6 condotte precauzionalmente in ospedale. Le indagini sulle cause e le conseguenze di quanto accaduto sono state affidate ai Carabinieri Forestali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento