Musica ad alto volume e schiamazzi: intervento dei vigili in un locale della movida

L'attenzione si è concentrata su un locale frequentato da tanti giovani nei weekend che si trova nel centro, nella zona più movimentata delle serate aretine

immagine di repertorio non attinente alla vicenda

Operazione della polizia municipale a tutela della quiete pubblica. L’intervento si è indirizzato, anche a seguito delle segnalazioni dei cittadini, nei confronti di un locale nella zona della movida, in una delle strade vicine a Corso Italia, divenuto il ritrovo di numerosi giovani che, in particolare nel weekend, consumavano bevande all’esterno e producevano schiamazzi. Il tutto, unito alla musica ad alto volume propagata dagli impianti di amplificazione, recava disturbo ai residenti.

Il problema è stato posto anche all’attenzione dell’Arpat: dall’esito delle misurazioni dell’agenzia regionale è emerso che i livelli sonori di rumore ambientale, durante l’orario di apertura, erano superiori a quelli ammessi.

L’indagine della polizia municipale, passata attraverso vari accertamenti e la contestazione di più violazioni amministrative nei confronti del titolare del locale, un cittadino straniero, per aver diffuso musica senza essere in possesso della prescritta autorizzazione comunale, è culminata con la denuncia all’autorità giudiziaria per disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone. La sanzione scattata è di mille euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento