Lo filma mentre gli orina addosso e poi posta il video. 14enne perseguitato da coetaneo, scatta la denuncia

Maltrattato, insultato, deriso ed infine umiliato attraverso le immagini di un video finito su Instagramm. La storia è quella di un altro episodio di bullismo. L'ennesimo che viene alla luce e che racconta una storia quanto mai triste e...

bullismo-3

Maltrattato, insultato, deriso ed infine umiliato attraverso le immagini di un video finito su Instagramm.

La storia è quella di un altro episodio di bullismo. L'ennesimo che viene alla luce e che racconta una storia quanto mai triste e sconcertante.

I genitori, subito dopo aver appreso quanto subito dal proprio figlio, hanno deciso di presentare denuncia e si sono rivolti alla polizia di Arezzo che adesso ha il compito di fare chiarezza sui contorni della vicenda e accertare le responsabilità.

Ma veniamo ai fatti.

La vittima degli atti persecutori è un 14enne come tanti altri. Studente modello e grande appassionato di calcio. Aveva scelto di praticare il suo sport preferito insieme ad altri coetanei all'interno di un club calcistico locale. Un modo come un altro per fare esercizio fisico e stringere nuove amicizie. Ma è proprio qui che ha incontrato il bullo che gli ha reso la vita un inferno.

Nei mesi passati infatti, secondo la testimonianza resa dal padre del 14enne perseguitato al Corriere di Arezzo, il giovane aveva mostrato un cambiamento di atteggiamento. Sulle prime i genitori non vi hanno dato peso pensando a semplici diverbi tra adolescenti. Poi però l'umore del giovane è andato sempre peggiorando fin tanto che che mamma e babbo hanno iniziato a chiedere supporto alla scuola e alla squadra di calcio. Sarebbe stato su indicazione della scuola che i genitori hanno iniziato a sospettare che dietro tutto si nascondessero traumi causati da atti di bullismo.

La conferma è arrivato poco dopo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Il ragazzo spinto dagli amici ha deciso di mostrare ai genitori un video postato da un altro 14enne su Instagramm dove gli viene urinato addosso, gli vengono tirati i capelli e viene sbeffeggiato. Il tutto è ambientato all'interno degli spazi del club calcistico.

Dei fatti sono stati messi al corrente anche i componenti della società sportiva che hanno provveduto ad allontanare il bullo dalla squadra. Il video invece è stato eliminato dai social anche se i genitori hanno deciso di denunciare l'accaduto a chi di competenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento