Cronaca

Litiga con l'amico, si ubriaca e gli sfascia l'auto a colpi di tombino

In preda ai fumi dell'alcol, con la scintilla di vecchi dissapori che sono improvvisamente riaffiorati nella sua mente, un uomo pakistano di mezza età si è acceso di rabbia, sfogando la propria violenza contro la macchina in sosta di un...

tombino-cemento

In preda ai fumi dell'alcol, con la scintilla di vecchi dissapori che sono improvvisamente riaffiorati nella sua mente, un uomo pakistano di mezza età si è acceso di rabbia, sfogando la propria violenza contro la macchina in sosta di un connazionale. E' successo nella serata di domenica, a Montevarchi, quando l'uomo è stato denunciato dai carabinieri per danneggiamenti perché aveva sfasciato l'auto del rivale a colpi di tombino.

E' stato un passante ad accorgersi del delirio che stava avvenendo in strada. Si è fermato e ha chiesto conto al pakistano di quel che stava avvenendo: aveva infatti divelto la pesante copertura di cemento di un tombino, accanendosi contro l'automobile. Il pakistano ha inizialmente sostenuto che la macchina fosse sua, ma il passante non lo ha creduto e ha allertato le forze dell'ordine.

Sul posto sopraggiunti i carabinieri della stazione di Levane che hanno trovato l'uomo ubriaco ancora nei pressi dei resti martoriati del veicolo. Nel frattempo era arrivato anche il vero proprietario dell'auto, tanto sorpreso quanto disperato per i danni: erano andati in frantumi sia il parabrezza che i cristalli dei finestrini. Senza contare le gravi ammaccature in tutta la carrozzeria.

A quel punto i carabinieri, dopo aver fatto tornare in sé l'uomo, l'hanno denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con l'amico, si ubriaca e gli sfascia l'auto a colpi di tombino

ArezzoNotizie è in caricamento