rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Bibbiena

Lite degenera, 27enne picchia il coinquilino e i carabinieri che intervengono per salvarlo

L'episodio è avvenuto sabato sera: protagonisti due giovani arrivati in Casentino per un lavoro stagionale. L'intervento dei militari ha scongiurato conseguenze peggiori

Un violenta lita, con calci e pugni, è stata sedata nella notte di sabato dai carabinieri della compagnia di Bibbiena.

Nell’ambito di servizi di controllo del territorio i militari sono stati allertati per un diverbio che si stava verificando a Bibbiena, all’interno di una abitazione dove abitano alcuni lavoratori stagionali di una struttura ricettiva del territorio. A venire alle mani sono stati due ragazzi, di 26 e 27 anni. Per futili motivi che sono ancora in corso di accertamento, più giovane era stato percosso violentemente dal coinquilino tanto che, il tempestivo intervento dei Carabinieri, avrebbe impedito che le cose degeneraro ulteriormente. Una volta entrati nell'abitazione, infatti, hanno tentato di placare gli animi ma il 27enne, tentando nuovamente di aggredire il coinquilino, si è scagliato anche contro i militari.

A quel punto è scattato l'arresto in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale, dopo aver procurato loro alcune contusioni guaribili in pochi giorni.

Condotto presso il Comando Compagnia di Bibbiena, dopo le formalità di rito e una notte passata in camera di sicurezza, il giovane è stato giudicato con rito direttissimo dal Tribunale di Arezzo. A suo carico la misura cautelare del divieto di ritorno nella provincia di Arezzo, oltre che, da parte del datore di lavoro, l’immediato licenziamento e la revoca del beneficio dell’uso della sua abitazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite degenera, 27enne picchia il coinquilino e i carabinieri che intervengono per salvarlo

ArezzoNotizie è in caricamento