menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperto mentre lavorava a nero in un ristorante. L'ispettorato: "Era destinatario del reddito di cittadinanza"

Si tratta del primo caso scoperto nell'Aretino: scatterà la comunicazione di reato alla Procura

Era destinatario di reddito di cittadinanza, ma lavorava a nero in una "attività di ristorazione". E' il primo caso nell'Aretino ed è stato portato alla luce - come spiega in una nota l'Ispettorato nazionale del Lavoro - "nel corso di una attività ispettiva per il contrasto del lavoro sommerso nell'ambito dei pubblici esercizi". I dettagli della vicenda non sono stati ancora resi noti: quello che però appare chiaro è che sarebbe stata accertata l'occupazione 'in nero' di un lavoratore presso in un ristorante di Arezzo. Ma a fare scalpore  è che dagli esiti dell'accertamento "è risultato che il lavoratore aveva in precedenza presentato domanda per ottenere il reddito di cittadinanza, ottenendone peraltro l'accoglimento".

Reddito di cittadinanza: ok a 8 richieste su 10, ma nessuno arriverà a 780 euro

La nota spiega come il caso sia analogo a quello scoperto nelle settimane scorse in Campania. Un fenomeno che pare diffuso e che è destinato a venire a galla. Quello aretino infatti non sarebbe l'unico caso:

"Analogamente - prosegue l'Ispettorato - a seguito di un accertamento disposto presso un esercizio commerciale di frutta e verdura di Boscoreale (Na), sono stati individuati alcuni lavoratori 'in nero', uno dei quali è risultato godere del reddito di cittadinanza legato alle mensilità di aprile e di maggio. Per i soggetti in questione scatteranno le comunicazioni di reato alle competenti Procure della Repubblica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dopo 25 anni torna la Carta dei Sentieri del Pratomagno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento