"Pensavo fosse terremoto, erano ladri", camionista chiede aiuto alla Polstrada: tre arresti

L'episodio è accaduto stanotte: il mezzo era fermo nel parcheggio di un’osteria e l’autista, proveniente da un deposito del pavese, stava riposando.

Sono stati colti in flagrante mentre stavano svaligiando un tir carico di prodotti destinati alla grande distribuzione. In tre sono stati arrestati nella notte dalla Polizia Stradale di Arezzo che, vicino al casello di Monte San Savino (AR) sull’A1 ha sventato il colpo.

L'episodio è accaduto stanotte: il mezzo era fermo nel parcheggio di un’osteria e l’autista, proveniente da un deposito del pavese, stava riposando. Lui, un 55enne di Avezzano, all’alba doveva proseguire per un ipermercato di Roma ma aveva deciso di fare una pausa, sistemandosi nell'area di sostata per dormire. Nel cuore della notte però si è svegliato a causa di un dondolio dell’abitacolo: inizialmente aveva pensato a un terremoto. Poi il 55enne ha guardato negli specchietti retrovisori e ha scoperto che alcuni individui avevano forzato un portellone e stavano caricando la merce - ovvero televisori, PC, forni a micro onde, ferri da stiro, giocattoli - su di un altro tir messo di fianco al suo. Così l'autotrasportatore ha chiesto aiuto alla Polstrada, la quale ha fatto scattare l'ormai collaudato piano a reticolo. 

Due equipaggi della Sottosezione di Battifolle si sono precipitati sul posto, calibrando i loro movimenti in base alle notizie che l’autista del tir continuava a fornire alla centrale operativa. Alla vista dei lampeggianti blu i malviventi si sono dati alla fuga, ognuno con una direzione diversa, sperando di farla franca. Uno è fuggito nei campi, un altro verso una zona piena di rovi, mentre il terzo si è diretto alle pompe di benzina, nella stessa direttrice da cui venivano le pattuglie. I ladri di 48, 36 e 28 anni, tutti del barese, sono stati però acciuffati: il primo dopo un breve inseguimento, mentre il secondo è stato stanato sotto un cespuglio.

"Più movimentato l’arresto del terzo che, nel dirigersi contro un poliziotto che gli si parava davanti, ha provato a scansarlo con una finta, me è stato sfortunato. Non sapeva che di fronte a lui c’era uno molto bravo nei placcaggi del rugby, praticante del Gioco del Pozzo che, d’estate, si tiene a Montevarchi. Anche il terzo malfattore è stato messo a sedere, tant’è che poi tutti sono stati portati in caserma a Battifolle e arrestati per furto. La merce, dal valore di circa 55.000 euro, è stata restituita all’autista che ha potuto riprendere il viaggio verso la Capitale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall’inizio dell’anno, gli equipaggi della Polstrada in Toscana hanno arrestato 14 persone, denunciandone a piede libero 97."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Elezioni regionali Toscana 2020: i risultati dei primi sondaggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento