menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Banda dei setter" a processo: rubavano cani di razza negli allevamenti. Nell'Aretino trafugate tre femmine

In quattro sono a processo per furto aggravato in concorso per il colpo messo a segno nel 2016. Tra loro anche un ortopedico e un vigilante

La passione per il mondo dell'allevamento di cani "setter", e - purtroppo - anche per il business che c'è dietro, li ha portati ad incontrarsi. Ma le strade che hanno percorso insieme si sono rivelate illegali. Tanto da essere accusati di aver rubato tre cani - femmine di setter inglese selezionatissime dal valore di oltre 20 mila euro l'una - da un allevamento dell'aretino. 

In quattro sono a processo per furto aggravato in concorso per il colpo messo a segno nel 2016. Tra loro anche un ortopedico e un vigilante. I quattro, casertanti in "trasferta" nell'Aretino, finsero dapprima di voler acquistare dei cuccioli, visitando l'allevamento che si trova alle porte della città. In realtà avrebbero approfittato della visita per studiare la zona e poi entrare in azione. Nella notte, infatti, si introdussero nell'allevamento tagliando le recinzioni. Quindi sedarono tutti i cani presenti eccetto i tre che decisero di rubare. Si trattava di tre femmine da riproduzione, destinate a concorsi internazionali,  che sarebbero state poi rivendute con falsi pedigree da altri allevatori compiacenti o a ignari compratori. 

L'indomani i proprietari dell'allevamento scoprirono quanto avvenuto e chiamarono le forze dell'ordine. I carabinieri del nucleo investigativo di Arezzo si misero subito sulle tracce dei ladri e riuscirono a identificarli. La banda fu incastrata dalle intercettazioni telefoniche e dalle testimonianze di altri allevatori vittime di furti. 

Oggi la vicenda verrà discussa in tribunale di fronte al giudice Giulia Soldini. Gli imputati dovranno rispondere dell'accusa di furto aggravato. Un consulente della parte offesa, rappresentata in aula dall'avvocato Maria Cristina Salvini, chiarirà gli aspetti relativi al valore dei tre esemplari. Cagnette che non sarebbero mai state ritrovate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento