Ladri di biciclette nel mirino dei Carabinieri: due arresti e una denuncia. Ritrovate preziose due ruote rubate

Sabato è stata svolta una perquisizione in un appartamento e i militari hanno ritrovato bici per un valore di 15mila euro.

Giro di vite dei carabinieri di Arezzo nei confronti dei ladri di biciclette. In tempo di lockdown, quando i topi d'appartamento hanno dura vita e demordono dall'assaltare case costantemente abitate, non si perdono d'animo invece i predatori delle due ruote. Ma questa volta i militari aretini li hanno fermati. 

Nel pomeriggio di ieri, una pattuglia di Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Arezzo, transitando in via Guelfa, ha notato due uomini che stavano forzando il lucchetto della catena che ancorava una bicicletta a una rastrelliera. Immediatamente, i militari sono riusciti a bloccare i due mentre tentavano di allontanarsi con il mezzo. I ladri sono risultati essere un 29enne del Marocco e un 23enne del Gambia, entrambi clandestini, senza fissa dimora e con precedenti di polizia . Sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.

Richiamato dal trambusto, si è avvicinato il legittimo proprietario, un 82enne residente nelle vicinanze, a cui i Carabinieri, dopo le formalità di rito, hanno riconsegnato la bicicletta.

Solo la mattina precedente, ad Arezzo, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Arezzo, a conclusione di un’indagine relativa a furti di biciclette di elevato valore commessi negli scorsi mesi in questo centro, hanno eseguito una perquisizione. L'accertamento è stato svolto presso l’abitazione di un 28enne romeno, già conosciuto alle forze dell’ordine per avere commesso reati in materia di stupefacenti e contro il patrimonio. Nell'abitazione hanno trovato e sequestrando: una bicicletta a pedalata assistita marca Ktm, una mountain bike marca Specialized ed una bicicletta a pedalata assistita marca E-Motika, del valore complessivo superiore a 15mila euro. Tutte le due ruote sono risultate rubate ad Arezzo tra settembre 2018 e maggio 2020.

Le biciclette sono state già riconsegnate ai legittimi proprietari mentre il giovane è stato denunciato per il reato di ricettazione ed per la violazione del foglio di via obbligatorio, misura di prevenzione cui è risultato sottoposto e per la quale non avrebbe dovuto tornare nel Comune di Arezzo. 

Nel corso della perquisizione sono state trovate e sequestrate altre 3 biciclette per le quali sono in corso accertamenti per risalire ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento