Cronaca

L'odissea di due pensionati aretini bloccati a Malaga: "C'è un volo per il rimpatrio a quasi 900 euro"

Serenella e Mauro moglie e marito si sono messi in collegamento via whatsapp con molti altri italiani bloccati in Spagna ma si sono trovati di fronte a biglietti aerei molto costosi

Due pensionati aretini sono bloccati da oltre un mese a Malaga in Spagna. Nella terra dell'Andalusia sono andati ad inizio marzo 2020 per fare visita al figlio, ma non sono più riusciti a rientrare in Italia a causa del fermo del traffico di persone per evitare il contagio da coronavirus e in particolar modo per il blocco dei voli. Loro sono Serenella Bellucci, maestra in pensione del comune di Arezzo e il marito Mauro Cheli tra l'altro entrambi fortemente impegnati nelle attività della Proloco di Giovi. Raggiunti in videochiamata hanno raccontato la loro odissea per cercare di tornare in Italia. "Avevamo il volo di rientro il 10 aprile, ma Ryanair lo ha cancellato, il prossimo è fissato per il primo maggio, ma abbiamo poca fiducia che venga rispettato, allora ci siamo messi in contatto con la Farnesina e l'ambasciata italiana a Madrid" spiega Serenella. 

malaga-serenella-bellucci-2 "Siamo in tanti in questa condizione, bloccati in Spagna o in altri paesi. Qua ci sono almeno 50 famiglie con le quali siamo riusciti a mettersi in contatto e abbiamo formato una chat whatsapp per condividere azioni e eventuali risposte. Ci sono famiglie di 3 persone che devono rientrare, persone che hanno perso il lavoro in Spagna e sono in affitto, quindi hanno anche diversi problemi economici. Nonostante tutto questo il volo che è stato organizzato per riportare gli italiani a casa ha dei prezzi esagerati, mi pare una vergogna."

Se con Ryanair la spesa era di 100 euro, adesso, con il volo organizzato per il rientro in Italia dei connazionali bloccati all'estero servono molti più soldi.

"Mi pare assurdo, ci sono tanti di noi che non se lo possono permettere, a persona costa 440 euro. Noi due dovremmo versare quasi 900 euro, non capiamo perché non abbiano agito calmierando i prezzi."

malaga-mauro-cheli-2E mentre i messaggi in chat si susseguono, qualcuno il volo di rientro lo ha prenotato nonostante il prezzo, tanta è la voglia di tornare a casa. "Io sono preoccupata per mia madre che è molto anziana e si trova ad Arezzo, soprattutto per lei vorrei tornare subito."

"E' una condizione non facile - spiega anche Mauro Cheli - siamo anche qui chiusi in casa, ci sono tutte le misure di contenimento anche se i contagi sono come nel sud Italia, pochi e lenti per fortuna, perché l'Andalusia non è una zona altamente industrializzata. Ma noi vogliamo tornare a casa dopo 40 giorni, certo non ci aspettavamo che mettesesro un biglietto così alto."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'odissea di due pensionati aretini bloccati a Malaga: "C'è un volo per il rimpatrio a quasi 900 euro"

ArezzoNotizie è in caricamento