Cronaca

Tentata concussione e falso ideologico. Due ispettori del lavoro di Arezzo rinviati a giudizio

La prima udienza del processo si terrà il 14 maggio

Il gip Pierggiorgio Ponticelli

Due ispettori del lavoro di Arezzo sono stati rinviati a giudizio dal gip Piergiorgio Ponticelli nell'udienza preliminare che si è svolta oggi alla Vela.

Si tratta di due figure dell'Ispettorato del Lavoro di Arezzo, sui 60 anni, che devono rispondere di accuse considerate pesanti per chi come loro sono dipendenti del Ministero del Lavoro. Il primo dovrà rispondere di falso ideologico, il secondo del più grave reato di tentata concussione. Secondo l'accusa e la denuncia sporta da una delle vittime, quest'ultimo avrebbe chiesto favori personali in cambio di un occhio di riguardo durante le ispezioni e nella ricerca di irregolarità all'interno degli esercizi commerciali e dei luoghi di lavoro. Chiusura del verbale con più facilità, multe più basse, magari senza contestazione penale. Questa la merce di scambio che l'ispettore offriva chiedendo di contro favori personali, come pezzi di ricambio o lavori sulla propria auto al meccanico, trattamenti di favore, pranzi o cene al ristoratore. Questi sono alcuni esempi di come si comportava, con la complicità del collega.

I fatti contestati risalgono alla fine del 2016. L'inchiesta è partita quando proprio un meccanico, assistito dall'avvocato Emiliano Bartolozzi, ha deciso di non accettare il ricatto e ha informato le autorità. E' stato poi il direttore stesso dell'Ispettorato a sporgere denuncia alla Procura di Arezzo 

Nell'udienza di oggi, dove la pm Elisabetta Iannelli ha rappresentato l'accusa in sostituzione della titolare dell'inchiesta Julia Maggiore, il giudice Ponticelli ha riscontrato che ci fossero gli elementi per procedere ed ha disposto l'avvio del processo per il 14 maggio, quando è presumibile, si presenterà come parte offesa anche il Ministero del Lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata concussione e falso ideologico. Due ispettori del lavoro di Arezzo rinviati a giudizio

ArezzoNotizie è in caricamento