menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Federica Cappelletti e Paolo Rossi

Federica Cappelletti e Paolo Rossi

"Ci siamo amati ogni giorno". L'addio di Federica al marito Paolo Rossi

Federica Cappelletti, giornalista e scrittrice, racconta gli ultimi istanti assieme a Pablito all'ospedale di Siena: "Un ambiente bello e sereno, ci ha permesso di vivere con intimità i momenti più duri della malattia"

Si è spento a Siena, all'ospedale Santa Maria alle Scotte, dove era ricoverato da tempo. Paolo Rossi se ne è andato ("a causa di una grave patologia", spiega una nota dell'azienda ospedaliera senese) e al suo fianco, fino all'ultimo, è rimasta la moglie, Federica Cappelletti. I due - insieme da oltre tre lustri - avevano deciso di abitare nel comune di Bucine, dove gestivano il resort Poggio Cennina, producendo olio e vino bio. Nella notte, la foto (in copertina), pubblicata da Federica sui social, che la ritrae assieme al marito, con una semplice didascalia: "Per sempre".

Il "grazie" all'ospedale di Siena

Federica oggi ha deciso di ringraziare pubblicamente gli operatori del policlinico senese:

"Paolo si è spento - dice - in un ambiente che lo ha curato con grande professionalità e umanità. Le cure e le attenzioni nei suoi confronti sono state totali, non solo dal punto di vista medico ma anche sotto il profilo affettivo, in un ambiente bello e sereno che ci ha permesso di vivere con intimità i momenti più duri della malattia, così come gli ultimi attimi prima del saluto. Per questo il ringraziamento va a tutte le figure professionali che lo hanno assistito in questo periodo, nessuno escluso. Un abbraccio collettivo che rivolgo a tutti loro e che si unisce a quello delle tante persone che hanno manifestato il loro affetto nei confronti di Paolo".

Paolo Rossi è stato seguito dal primario di neurochirurgia, Giuseppe Oliveri, lo stesso medico che ha operato Alex Zanardi.

"L'ho abbracciato e ho promesso di portare avanti i nostri progetti"

"Paolo è stato veramente una persona unica - ha detto Federica all'uscita dall'ospedale - era pieno di ottimismo anche nei momenti più difficili. Una persona grande ma allo stesso tempo molto semplice che mi ha insegnanto tanti valori belli e che li ha trasmessi anche alle nostre figlie. Io dico che dopo Paolo Rossi si sopravvive, cercherò di portare avanti i nostri progetti e di far crescere al meglio le nostre bambine. Sono piena di dolore, confusione e fare a meno di lui è davvero tanto ma dovrò farlo. Questa mattina l'ho abbracciato e gli ho promesso di portare avanti i nostri progetti. L'ho tranquillizzato e gli ho detto che adesso era giunto il momento di riposare. E allora lui ha chiuso gli occhi e se ne è andato".

Funerale a Vicenza, poi la cremazione

Federica ha anche reso note le modalità dell'ultimo saluto al campione scomparso: il funerale si terrà a Vicenza, la città che lo ha visto sbocciare come grande calciatore. La salma di Paolo Rossi lascerà infatti l’ospedale di Siena nella mattinata di domani, venerdì 11 dicembre, proprio per essere trasportata in Veneto. A Vicenza sarà allestita la camera ardente, poi la cerimonia funebre e quindi la cremazione.

La malattia di Paolo Rossi

Federica Cappelletti ha parlato del rapporto col marito anche in un'intervista con il Corriere della Sera. Si erano conosciuti a Perugia nel 2003, alla presentazione di un libro, Razza Juve, che Federica, giornalista e scrittrice, aveva appena pubblicato. Nel 2010 il matrimonio in Campidoglio, a Roma. L'anno scorso avevano fatto un viaggio alle Maldive, al ritorno la diagnosi della malattia di Pablito. "È stata una terribile escalation - ha detto Federica al Corsera -. Nella nostra casa di Bucine abbiamo cercato di superare i problemi e lui sembrava più forte di prima. Quindi l’ultimo ricovero al Policlinico Le Scotte. Ma niente avrebbe potuto farci pensare a un epilogo così improvviso, nessuno in famiglia se lo aspettava, né io né le mie bambine".

L'ultimo messaggio di Paolo Rossi

Federica, nell'intervista, ha parlato poi degli ultimi istanti insieme a Paolo: "Gli ho detto di portarsi via tutto il mio amore e quello dei figli e di cercare di stare bene, di essere felice per sempre. Ci siamo amati ogni giorno, siamo stati sempre vicini. E anche Paolo me lo ha ricordato nell’ultimo messaggio che mi ha scritto". Che recitava: "Vorrei solo dirti grazie per quello che stai facendo, per me e per le nostre meravigliose bambine. Sei davvero unica per le energie che profondi e per l’amore che riesci a dare in ogni cosa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento