Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Infermieri non vaccinati, per 11 scatta la sospensione dall'Albo. Grasso: "Timori per le conseguenze sulla qualità dei servizi"

Dopo il provvedimento della Asl Toscana Sud Est, ecco la delibera dell'Ordine delle professioni sanitarie di Arezzo

La decisione è stata presa ieri: 11 sanitari iscritti all'albo dell'Ordine delle professioni infermieristiche di Arezzo, che erano già stati raggiunti da un provvedimento della Asl Toscana Sud Est in quanto non vaccinati, sono stati sospesi. 

“Il Consiglio – spiega il presidente Giovanni Grasso – nella seduta del 9 settembre, ha preso atto della comunicazione ricevuta da parte del Dipartimento di Prevenzione dell'azienda riguardante l’inosservanza dell’obbligo vaccinale e, così come sancito dall’art. 4 del D.L. n. 44/2021 convertito in L. n. 76/2021, ha dichiarato la sospensione temporanea dall’Albo per 11 infermieri iscritti".

Cosa succederà adesso? "La sospensione - spiega Grasso in una nota - mantiene la sua efficacia fino all’assolvimento dell’obbligo vaccinale, da comunicare a cura dell’interessato alla Asl ai fini della sue revoca. La disposizione di legge avrà efficacia fino al 31 dicembre 2021, così come specificato dal DL 44/2021".

Gli undici infermieri quindi, per veder revocata la sospensione e tornare al proprio posto di lavoro, dovranno aderire alla campagna vaccinale.

L'ordine professionale, dopo aver preso atto della situazione, non nasconde i timori che ne derivano per la sanità aretina e avanza la richiesta di chiamare nuovo personale idoneo dalle graduatorie Estar.

"La nostra preoccupazione  - afferma Grasso - è che queste sospensioni abbiano una ricaduta sulla qualità dei servizi qualora non venisse reintegrato con personale in numero adeguato. Chiediamo di procedere quanto prima alla chiamata di personale idoneo dalle graduatorie Estar, dei colleghi che hanno vinto il concorso pubblico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infermieri non vaccinati, per 11 scatta la sospensione dall'Albo. Grasso: "Timori per le conseguenze sulla qualità dei servizi"

ArezzoNotizie è in caricamento