Ennesimo incidente. Scontro furgone moto, grave il giovane centauro

Provvidenziali i soccorsi per far riprendere a battere il suo cuore

E' l'ennesimo incidente in poche ore nell'Aretino. Lo scontro è avvenuto tra una moto e un furgone all'altezza di Laterina Pergine al km 47,300 della Regionale 69. Le peggio è andata al motociclista, un giovane di 20 anni che è rimasto gravemente ferito. Al momento dell'arrivo dei soccorsi, i sanitari lo hanno trovato in arresto cardiaco. 

Provvidenziale è stato il massaggio cardiaco al quale hanno collaborato il personale del 118 e quello della squadra dei vigli del fuoco che è intervenuta sul posto per spegnere anche il principio d'incendio che si era sviluppato nella moto. Il cuore del ragazzo ha ripreso a battere, così il giovane è stato intubato e si è ripreso.

Una volta stabilizzato è stato trasportato all'ospedale senese delle Scotte, in codice 3, che corrisponde al rosso nella vecchia classificazione delle gravità dei feriti.
I sanitari sul posto, intervenuti con un'ambulanza e un'automedica, gli hanno riscontrato un trauma cranico commotivo, un trauma toracico e lesioni agli arti. Presenti anche i carabinieri.

E' il secondo incidente nella giornata di oggi dopo quello di questa notte che ha visto protagonisti due ragazzi di 20 anni con la loro auto ribaltata in via Piero della Francesca, uno di loro è ricoverato in gravi condizioni a Siena.

ambulanza-vigili-fuoco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Sugar è il miglior negozio del pianeta: Arezzo sul tetto del mondo con Mosca e Tokyo

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Bimbo aretino nasce con l'intestino nel torace: salvato con rarissimo intervento

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento